Acer rinnova la linea gaming Predator: super tower da 4 schede video, monitor 35″ HDR curvo

Lorenzo Delli -

Acer Predator IFA 2017 – A fianco del nuovo Chromebook, dei laptop e di altri interessanti accessori e prodotti tecnologici, Acer ha avuto occasione per presentare la nuova linea Predator dekstop dedicata ai gamer incalliti. Tra gli esponenti di maggior spicco c’è sicuramente l’Orion 9000, un tower desktop che supporta fino a 4 schede video, 128 GB di RAM e processori a 18 core. A seguire anche un monitor gaming curvo e due nuove periferiche.

Acer Predator Orion 9000

Il nuovo Predator Orion 9000 non è certo un prodotto convenzionale. Jeff Lee, General Manager, Stationary Computing, IT Products Business di Acer lo definisce ” il PC più potente che abbiamo mai creato”: questo gigantesco tower desktop supporta fino 4 schede video e processori a 18 core. Non manca ovviamente un sistema di raffreddamento a liquido in combinazione con il sistema IceTunnel 2.0 che si occupano di mantenere basse le temperature interne. Il case presenta una finestra laterale trasparente per mostra l’hardware interno, e ci sono anche ventole con illuminazione RGB e pannelli laterali tool-less per rendere ancora più facile l’upgrade dei componenti.

A proposito delle schede grafiche, Orion 9000 può essere equipaggiato con 4 schede grafiche Radeon RX Vega o con due schede NVIDIA GeForce GTX 1080Ti in SLI. Come accennato c’è anche il supporto ai processori Intel Core i9 Extreme Edition e la possibilità di dotarlo di un bel po’ di memoria RAM, fino a 128 GB di memoria DDR, e fino a 44 terabyte (sì, avete letto bene) di memoria interna. Eccellente anche la dotazione di porte: 2 USB 3.1 Gen 2 (una Type-C, l’altra Type-A), 8 porte USB 3.1 Gen 1 (una Type-C, le altre Type-A), due USB 2.0. Il tower desktop in questione sarà disponibile da Natale (anche in Europa) con prezzi che si aggirano intorno ai 2.000/3.000 euro, a seconda della configurazione scelta.

LEGGI ANCHE: Acer Predator Orion 9000, la nostra anteprima da IFA 2017

Acer Predator X35

Un gargantuesco monitor curvo: così potremmo descrivere Acer Predator X35, dotato di un pannello WQHD (3.440 x 1.440) da ben 35 pollici. Tutta una selezione di tecnologie, NVIDIA G-SYNC, Acer HDR Ultra e Quantum dot, lo rendono perfetto per i gamer più accaniti e, perché no, anche per i contenuti multimediali. Da notare l’assenza di bordi, perfetto quindi per unirne in sequenza più di uno ed avere il minimo stacco tra uno e l’altro. Ancora non è stato svelato il prezzo, ma sappiamo che arriverà sul mercato nel primo quarto del 2018.

Il Predator X35 permette un’ampia gamma di colori più saturi coprendo il 90% dello standard DCI-P3 e un ventaglio di illuminazione molto più ampio rispetto ai tradizionali monitor di gamma dinamica. Il rapidissimo tempo di risposta di 4 ms e refresh rate fino da 200 Hz, combinate con la grafica NVIDIA G-SYNC, rendono il gioco fluido e realistico, senza errori e distrazioni.

Equipaggiato con il Predator GameView, prevede otto modalità di pre-set display per ottimizzare la visual per diversi tipi di azione. Oltre a Standard, ECO, Graphic e Movie, ci sono tre modalità di gioco speciali, che includono Action, Racing e Sports a cui si può facilmente accedere attraverso un hotkey o dal menu On-Screen Display (OSD). I giocatori possono inoltre definire il loro profilo personalizzato e programmare ogni modalità in base alle loro preferenze.

La tecnologia Acer BlueLightShield fa in modo che gli utenti possano ridurre le emissioni di luce blu selezionando quattro diversi filtri attraverso il menu OSD. Il pannello premium VA permette un’ampia visione angolare fino a 178 gradi orizzontalmente e verticalmente. Inoltre, la tecnologia Dark Boost consente di vedere i dettagli più fini in ambienti scarsamente illuminati.

Nuove periferiche Predator

Oltre al monitor e al tower desktop, Acer ha svelato anche due nuove periferiche gaming. Ci sono le nuove cuffie gaming Predator Galea 500 con tecnologia Acer TrueHarmony 3D Soundscape e personalizzazione dell’audio con tre modalità che includono equalizzatori music, movie e sport.

Non poteva mancare poi un nuovo mouse, il Predator Cestus 500, caratterizzato da un design unico, luci colorate RGB con 16,8 milioni di colori, 8 tipologie di illuminazione, profili personalizzabili, 8 pulsanti programmabili e un connettore USB.