Intel abbandona la sua architettura a-là ARM: addio Lakefield!

Nicola Ligas -

I processori Intel Lakefield sono nati sull’onda del successo dell’architettura big.LITTLE portata alla ribalta dai processori ARM, e difatti adottano una metodologia simile, combinando un core Sunny Cove da 10nm ad alte prestazioni, con quattro core Tremont ad elevata efficienza energetica. Di fatto è l’unione tra gli Atom e gli Intel Core.

Alla prova dei fatti però, i Lakefield si sono confermati poco rivoluzionari, sia dal punto di vista delle performance (con un solo core ad alte prestazioni non è che si potesse pretendere chissà cosa in più) che da quello dell’autonomia, di fatto paragonabile ai normali Atom. Il vantaggio delle dimensioni ridotte non è stato sufficiente a creare un’alta domanda.

LEGGI ANCHE: 5 trucchi per Maps

La successiva architettura Tiger Lake (che nulla ha a che vedere con Lakefield) si è rivelata vincente sotto tutti i fronti, e forse anche per questo Intel ha deciso di abbandonare il progetto Lakefield a poco più di un anno dalla sua introduzione.

Gli ultimi ordini saranno presi ad ottobre 2021 e le ultime spedizioni arriveranno ad aprile 2022, ma di fatto Lakefield è un’idea già accantonata, anche perché le richieste di mercato sono state assai scarse (ad oggi si contano solo il Galaxy Book S di Samsung e l’X1 Fold di Lenovo, che tra l’altro stiamo provando proprio in questo momento).

Intel dice che i Core Processors with Intel Hybrid Technology (il vero nome dell’architettura in questione) sono comunque stati una pietra miliare nella propria strategia, ma è difficile pensare che rimarranno alla storia, anche se comunque l’esperienza accumulata potrebbe essere utile in futuri progetti; in ogni caso qui sotto trovate la dichiarazione completa dell’azienda.

I processori Intel Core con Intel Hybrid Technology, conosciuti con il nome in codice “Lakefield”, sono stati una pietra miliare importante nella nostra strategia di xPU e nella continua innovazione architetturale. Hanno dimostrato il potenziale della CPU x86 ibrida e della nuova tecnologia di packaging per una significativa riduzione della dimensione della board, mantenendo performance da Intel Core. Come mostrato nella notifica di modifiche di prodotto, la richiesta di processori Lakefield è stata orientata su altri prodotti. Questo non ha nessun impatto sulla nostra prossima generazione di processori per PC, nome in codice “Alder Lake”. Come dimostrato recentemente al Computex, questi processori sono attesi per la seconda metà dell’anno e comunicheremo presto maggiori dettagli.

Via: Tech Radar
  • Aleksej Petricig

    Ma quindi la prossima generazione di processori sarà ‘Tiger Lake‘ o ‘Alder Lake‘?
    Comunque interessanti osservazioni riguardo questo progetto di processori Intel Core con Tecnologia Intel Hybrid.
    Dopo tutto la creazione e la vendita di queste famiglie di processori serve proprio per lo studio di aspetti importanti come la sicurezza, le performance e l’efficienza di processori del genere per poterne creare di nuovi. Si impara di più dagli errori/esperimenti.

    • Alder Lake. La roadmap prossima ventura non cambia