Dite addio al BSOD di Windows, e benvenuto al BSOD di Windows 11

Nicola Ligas -

Durante la nostra prova della preview di Windows 11 vi abbiamo detto che il sistema, pur buggato e lentino, era comunque stabile: mai un crash di un’app, mai un freeze di sistema, mai una schermata blu di errore (blue screen of death in inglese, o BSOD, com’è meglio conosciuta). Ebbene – non pensavamo che l’avremmo mai detto – purtroppo è stato un peccato non sperimentare alcun errore di questo tipo, perché allora ci saremmo accorti che la schermata blu di errore non è più blu!

L’immagine in copertina è infatti autentica, ed è stata scoperta dallo youtuber Martin Nobel (il video completo è qui sotto), forzando di fatto la sua comparsa. Non sappiamo quindi se ci sia qualche vizio di forma o se nella versione finale di Windows 11 torneremo comunque al classico blu, fatto sta che per adesso la BSOD è diventata… una BSOD (black e blue hanno fortunosamente la stessa iniziale).

LEGGI ANCHE: Come attivare il TPM

C’è in effetti un precedente: la green screen of death, introdotta proprio nella preview di Windows 10, ma poi assente nella versione finale. È possibile che una cosa simile accadrà anche stavolta, sebbene all’epoca il colore verde fu scelto proprio per distinguere meglio gli errori delle preview da quelli della build finale, mentre in questo caso il nero, più che “svettare”, rende meno evidente il tutto.

Non ci resta che aspettare il rilascio di Windows 11 per scoprirlo, sperando che le vecchie abitudini siano dure a morire, e ci delizi presto con una bella BSOD, di qualsiasi colore essa sia. (Ma anche no!)

Via: Neowin