Adobe calerà definitivamente il sipario su Flash nel 2020

Leonardo Banchi

Sono ormai anni che la vita del plugin Flash non è semplice; Chrome, Firefox, Safari e altri browser lo bloccano da tempo per impostazione predefinita, e adesso anche i suoi stessi creatori sono convinti a “staccare la spina”: Adobe sta infatti pianificando di interrompere definitivamente il supporto entro la fine del 2020.

L’impresa non è però così semplice, dato che ancora molti siti contenenti video, giochi o contenuti per l’educazione si appoggiano a questo tipo di tecnologia: in un post sul blog ufficiale Adobe ha infatti spiegato che l’azienda “incoraggerà i creatori di contenuti a migrare tutte le loro realizzazioni verso nuovi formati aperti”.

LEGGI ANCHE: Auguri Chromecast! 4 anni della chiavetta che rende smart ogni TV

Tutti i produttori di browser lavoreranno quindi con Adobe per facilitare la transizione agli utenti, e creare un web “libero da Flash” in modo graduale: Google continuerà a richiedere agli utenti il permesso di eseguirlo, per poi disabilitarlo definitivamente; Firefox consentirà agli utenti di selezionare i siti abilitati ad usare Flash, per poi rimuoverlo dal browser lasciandolo solo nella versione ESR (Extended Support Release); anche Apple richiederà una approvazione specifica per ogni sito, e Microsoft rimuoverà gradualmente il supporto a Flash da Edge ed Internet Explorer (più lentamente su quest’ultimo, tradizionalmente utilizzato proprio per mantenere compatibilità con i servizi meno aggiornati.

Il 2020 segnerà infine la “morte” definitiva di Adobe Flash, un plugin che ha senza dubbio rappresentato una pietra miliare nello sviluppo del web, ma che è ormai stato sostituito degnamente dallo standard HTML5.

Via: TheVergeFonte: Adobe, Windows