Cos'è Ally.io, il software della produttività acquisito da Microsoft

Ally.io è una start-up che produce software dedicati ad aumentare la produttività di aziende e società. Microsoft l'ha acquisito: come funziona
Cos'è Ally.io, il software della produttività acquisito da Microsoft
SmartWorld team
SmartWorld team

Microsoft investe sull'ottimizzazione della produttività, e lo fa attraverso l'acquisizione di Ally.io, una star-up che sviluppa software dedicati ad aiutare aziende e società a tenere traccia dei progressi fatti rispetto agli obiettivi fissati e a coordinare al meglio il lavoro dei vari team.

I termini economici dell'accordo non sono stati resi noti, ma quello che pare certo è che il tema della produttività aziendale è diventato sempre più centrale nella visione e nella strategia di Microsoft, soprattutto dopo che sempre più compagnie hanno deciso di passare a un modello di lavoro ibrido in cui lavoro in sede e lavoro da remoto si intersecano.

"Allineare il lavoro dei dipendenti alla missione strategica dell'azienda e agli obiettivi fondamentali è una priorità per ogni organizzazione - ha spiegato Microsoft annunciando l'acquisizione - Per fare ciò, i leader devono investire in strumenti che comunichino la trasparenza sulle scommesse delle grandi aziende e creino modi per sovrapporre obiettivi ambiziosi e riferire i risultati a tutti i livelli di un'organizzazione. Quando i team vedono in che modo stanno producendo un impatto, i dipendenti sono più coinvolti, concentrati e meglio guidati nel raggiungimento sia della crescita aziendale sia della propria realizzazione personale".

Ally.io, come funziona il software per la produttività

Il software Ally.io, nello specifico, è specializzato in un approccio chiamato “obiettivi e risultati chiave”, che prevede l’identificazione degli obiettivi che si vuole raggiungere e la valutazione dei progressi usando una serie di misurazioni. Anche Google ha già adottato un modello simile, che l’ex ceo di Intel, Andy Grove, ha descritto nel suo libro del 1983 “High Output Management”. Gli strumenti personalizzabili di Ally.io diventeranno dunque parte del software Viva di Microsoft, introdotto a febbraio dall’azienda e accessibile grazie a Teams, l’app che nel corso della pandemia di coronavirus e dei lunghi lockdown ha acquisito sempre più popolarità.

"La flessibilità e il lavoro a distanza sono sempre stati importanti, ma lo è anche il desiderio di svolgere un lavoro significativo - ha detto Microsoft annunciando la novità - Il passaggio al modello ibrido ha reso più difficile mantenere ogni leader, squadra e individuo allineato e muoversi allo stesso ritmo. Ally.io aiuta a dare a tutti nell'organizzazione visibilità e chiarezza sull'intero processo lavorativo, collegando il lavoro quotidiano agli obiettivi strategici dell'azienda. Ally.io sarà al centro di un nuovo modulo Microsoft Viva"

Viva, in particolare, è una piattaforma dipendenti che riunisce comunicazioni, conoscenze, apprendimento, risorse e approfondimenti. Basata su Microsoft 365 e Microsoft Teams, punta ad aiutare le aziende a "promuovere una cultura di connessione umana, crescita, benessere e successo - spiega ancora Microsoft - Oggi, Viva dispone di quattro moduli connessi - Connessioni, Approfondimenti, Argomenti e Apprendimento, che offrono un'esperienza olistica con approfondimenti intelligenti e fruibili nel flusso di lavoro".

"Nel corso del prossimo anno, investiremo per portare Ally.io nel cloud Microsoft, evolvere le integrazioni esistenti con Microsoft Teams e intrecciare Ally.io in Viva, Office, Power BI e nel set più ampio di app e servizi Microsoft 365 - ha spiegato Kirk Koenigsbauer, direttore operativo e vicepresidente aziendale della divisione esperienze e dispositivi di Microsoft, in un post sul blog - Fino ad allora, i clienti attuali possono continuare ad aspettarsi lo stesso ottimo supporto e servizio e i nuovi clienti possono continuare ad acquistare il servizio esistente tramite Ally.io. Siamo profondamente impegnati in una transizione graduale per tutti i clienti mentre portiamo Ally.io nel cloud Microsoft".

Soddisfazione per l'acquisizione è stata espressa anche da Ally.io: "La nostra mission e il nostro obiettivo di soddisfare i clienti restano gli stessi - ha detto Vetri Vellore, ex dipendente di Microsoft e fondatore di Ally.io nel 2017 - la nostra capacità di fare progressi nel perseguire questa missione aumenterà notevolmente man mano che diventeremo un componente chiave della piattaforma Microsoft Viva. Come parte di Viva, siamo entusiasti di continuare a plasmare il futuro del lavoro, adesso con il potere della più importante azienda tecnologica nel settore aziendale alle nostre spalle".

Vettore ha quindi dato qualche anticipazione su come sarà il futuro per Ally.io nell'universo Microsoft: "Continueremo a offrire a leader, team e individui l'abilità di allinearsi e concentrarsi ogni giorno sugli obiettivi più importanti per le aziende, e continueremo a dare una mano a raggiungere scopi e obiettivi ovunque i team stiano lavorando, da Teams ad Outlook".

Commenta