Amazon Photos: come funziona la miglior alternativa a Google Foto

Giuseppe Tripodi -

Dopo l’annuncio che Google Foto non avrà più backup illimitato, molti utenti hanno iniziato a guardare con interesse Amazon Photos, l’alternativa di Amazon che garantisce backup illimitato delle proprie foto.

Amazon Photos è uno dei tanti servizi inclusi in Amazon Prime, l’abbonamento unico del colosso dell’e-commerce: per scoprire di più su Prime e tutti i servizi inclusi, vi rimandiamo a questo nostro articolo.

Su Amazon Photos è possibile caricare un numero illimitato di foto, mentre per i video è previsto un limite a 5GB di spazio. Nel caso in cui abbiate bisogno di più spazio per i video, è possibile acquistare dei pacchetti aggiuntivi: 100 GB per 1,99€/mese, 1TB per 9,99€/mese o 2TB per 19,99€/mese.

È possibile utilizzare il servizio tramite l’interfaccia web, ma ovviamente è disponibile anche l’app per Android e iOS, da cui è possibile abilitare il backup automatico delle foto.

Amazon Photos ha funzionalità molto simili a quelle a cui ci siamo abituati con Google Foto. In particolare è possibile:

  • cercare luoghi, oggetti, date o persone nelle foto;

  • impostare delle foto come Preferite e averle sempre a portata di mano;
  • vedere tutte le persone riconosciute dall’algoritmo di intelligenza artificiale, assegnargli un nome e trovare facilmente tutti gli scatti in cui appare una persona;

  • creare album personalizzati;
  • creare un archivio di famiglia, per condividere una selezione di foto con i membri della propria famiglia;
  • abilitare i backup automatici e liberare spazio sul dispositivo;

Per avere un account Amazon Photos con backup illimitato non dovete far altro che iscrivervi ad Amazon Prime: una volta attivato l’abbonamento, vi basterà eseguire il login dalla versione desktop o dall’app mobile, di cui trovate i badge per il download di seguito.

  • DangerNet

    Semplicemente non funziona. Ho provato tutti i servizi possibili e Gphoto rimane sempre quello più semplice da usare

    • In che senso non funziona?

      • DangerNet

        Risposto qualche commento sopra

    • France

      Cosa non funziona? Anche secondo me gphoto è migliore per interfaccia e integrazione con Android ma Amazon photos mi pare faccia il suo per il backup online

    • Dario Posillico

      Io mi trovo benissimo, nessuno limite di spazio e le foto vengono salvate a dimensione originale (al contrario di google che le comprime e ne riduce qualita’). oltretutto il riconoscimento delle persone è impressionante e la possibilità di avere un client pc per il backup delle vecchie foto e’ stato molto comodo quando ho iniziato a usarlo

    • vitriol

      A me funziona perfettamente. Google Foto è certamente migliore (soprattutto come interfaccia e funzionalità accessorie), ma Amazon Photos funziona.

      • DangerNet

        Si si, non intendo dal punto di vista tecnico ma di usabilità. Per me tutti i servizi digitali Amazon sono al limite dell’usabilità (a partire dall’app Alexa, da Photos a Music -pessimo-)

        • lu_to

          dal punto di vista dell’usabilitá è vero. google foto è il top. e cmq fortunatamente uso pixel da anni, per cui avró in ogni caso spazio illimitato in alta qualitá!

  • vitriol

    A me funziona perfettamente. Google Foto è certamente migliore (soprattutto come interfaccia e funzionalità accessorie), ma Amazon Photos funziona.

  • Francesco Pastorelli

    In merito allo spazio illimitato di Google Foto, forse non comprendo bene l’inglese, ma quando Google disse nel suo evento che lo spazio illimitato era “FOR EVER”, for ever vuol dire 5 anni?

    • acca

      Ha rimodulato

      • Dmitri

        like vodafone

        • ILCONDOTTIERO

          Double like

    • derapage

      “Per sempre” e “informatica” sono 2 concetti che corrono paralleli purtroppo… se poi c’è di mezzo la costanza di google nel portare avanti i progetti allora nemmeno si può sperare che sia così.
      Almeno il materiale già caricato verrà lasciato online gratuitamente.

    • doctor91

      Beh ti diranno che lo spazio usato dalle foto che hai caricato da quel giorno a oggi è effettivamente gratis per sempre…ora hanno rimodulato

  • Tiwi

    mah

  • iscio

    Ma se dovessi disdire prime che fine fanno le mie foto?

    • Robinson

      Stessa mia perplessità

    • doctor91

      Restano dove sono, però non puoi aggiungerne altre fintanto che non hai di nuovo il prime. Sostanzialmente tutti gli account amazon (non prime!) hanno 5gb di spazio che possono usare per archiviare quello che vogliono. Nel caso di utenti prime c’è in più il vantaggio che *solo* le foto non occupano spazio. Spero di essere stato chiaro!

      • iscio

        Sei stato chiarissimo ma curiosità..scade prime e io ho più di 5 gb di foto che con prime non occupavano spazio…che succederebbe? Grazie

        • Marco

          Succede che restano tutte disponibili ma non puoi più aggiungerne.

  • lu_to

    oh yes…lo uso da quasi due anni, essendo cliente amazon prime!!!!

    • France

      Mhm purtroppo 5 giga di spazio per i video sono veramente pochi… Inoltre l’interfaccia è inguardabile, purtroppo mi sa che pagherò una ventina di euro all’anno per restare con Google foto che è una spanna sopra a tutti i gestori di foto lato interfaccia e qualità….

      • Robinson

        Con una ventina di euro l’anno non hai comunque spazio di archiviazione illimitato

  • Francesco Vantini

    Ma se avessi un account prime solo e volessi usarlo in condivisione con la moglie per archiviare le foto, sarebbe possibile gestire le foto caricate separatamente in automatico? Mi basterebbe che finissero in 2 album separati, se le foto rimangono condivise non è un problema.

  • Marco

    GPhoto resta il migliore però merita una “lezione”: personalmente da luglio 2021 continuerò a usare solo Amazon photo “per protesta”, se facessero tutti così cambierebbero idea! Quello che mi da fastidio è che Google usa tutte le nostre foto per fare training alla sua intelligenza artificiale con cui poi vende i servizi di API Vision alle aziende e le permette di essere con Wymo tra i più avanti nella guida autonoma. Ora tutto ciò mi sta bene se mi offrono il servizio gratis, non mi sta più bene se mi fanno pagare… Se pago non usi più i miei dati, altrimenti mi devi rimborsare il servizio! I piani business di GSuite sono a pagamento ma hanno regole di privacy completamente diverse: pago e non usi i miei dati!
    Google è il top al momento ma si sta dimenticando come è arrivata a questo punto: in primis l’ascolto degli utenti: prima potevi lasciare feedback su tutto e in base a quelli evolve vano i prodotti. Ora cambiano di continuo, tolgono ciò che funziona, ecc. e non puoi più dare feedback su quasi niente. Questa ultima mossa poi mi sembra molto alla Yahoo: era il miglior servizio di posta dell’epoca, poi ha deciso di rendere a pagamento la connessione pop3 e imap (ai tempi si usava tanto i client perché la versione web non era evoluta come ora): personalmente l’ho mollata a favore di gmail… Probabilmente anche gli altri hanno fatto così e si è visto come sono finiti (spariti!)… Anche Microsoft era il monopolista indiscusso, non ha ascoltato il mercato e la sua posizione è cambiata drasticamente (solo con Nadella si è raddrizzato dalla caduta libera in cui stava buttando). Attenta Google, attenta che la parabola del successo non sia già al suo massimo e cominci il declino 🙁

    • mariano giusti

      Non sopravvalutare quanto valgano i tuoi dati: una volta che hai qualche milione di foto sei a posto, gli altri miliardi di foto che vengono caricati ogni secondo non gli servono assolutamente a nulla.
      E un caffè al mese per il servizio che ti offre se ci pensi è nulla.
      Amazon Prime inoltre è a pagamento, e aumenterà, in US costa 120$, dunque non capisco di che parli.
      Poi se ti sta antipatico il modello di business “prima gratis e poi paghi”, auguri, funziona così praticamente tutto.

  • Chiedo alla redazione se è giusto il fatto che si possa caricate illimitate immagini. A me usa i 5 gb per esse.