AMD lancerà i nuovi SoC a 7 nm “Zen 2” nel 2019 (ma solo per sever) e già annuncia le prossime generazioni

Roberto Artigiani -

AMD è al lavoro sulla prima CPU “Zen 2” destinata ai data center e costruita con tecnologia a 7 nanometri. Il progetto identificato dal nome in codice “Rome” è stato annunciato dalla stessa azienda durante l’evento “Next Horizon” in corso in questi giorni a San Francisco. Il nuovo chip dovrebbe essere parte della prossima generazione di processori server EPYC e promette grandi miglioramenti nelle performance (+52% di istruzioni e volume di calcolo raddoppiato) e contestuale riduzione di consumi elettrici.

LEGGI ANCHE: La nuova direttiva europea sugli audiovisivi

La nuova architettura inoltre supporta la criptazione dei dati e sarà modulare. I processori Rome infatti potranno avere da 4 a 8 chiplet con CPU combinate insieme a I/O die a 14 nm con tanto di controller di memoria. Attualmente non è chiaro quando i nuovi SoC Zen 2 potranno arrivare a livello consumer. AMD non ha comunque perso tempo e ha annunciato che le successive architetture Zen 3 e Zen 4 sono già in sviluppo e arriveranno rispettivamente nel 2020 e 2021.

Via: Liliputing