App Android su Windows 11: nuovi screenshot fanno ben sperare

Più finestre della stessa app allo stesso tempo? Figo!
App Android su Windows 11: nuovi screenshot fanno ben sperare
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Il supporto alle app Android in Windows 11 è probabilmente la singola funzione più attesa dagli utenti, anche perché... ci sarà da attendere. Microsoft non ha infatti rilasciato questa opzione assieme a Windows 11, promettendo solo vagamente che entro fine anno sarà possibile testarne il funzionamento tramite il programma Windows insider. Dai meandri dei social network cinesi arrivano però adesso un paio di immagini che fanno discutere.

Osservando la taskbar si notano chiaramente che ci sono due istanze della stessa app.

Osservando la taskbar si notano chiaramente che ci sono due istanze della stessa app.

La prima immagine è piccola ma significativa. Come precisato nella didascalia, si osserva dalla taskbar che sono in esecuzione concorrente più istanze della stessa applicazione (WeChat, nello specifico). Questa è una cosa che non è possibile nemmeno su Android, al netto di personalizzazioni del produttore, ed è manna dal cielo nell'uso multitasking, che su piattaforme desktop è più che possibile. Detto questo, è difficile capirne le potenzialità e soprattutto i limiti da un singolo screenshot, quindi al momento possiamo solo ben sperare, ma nulla più.

 Un'app Android in esecuzione su Windows 11.

Un'app Android in esecuzione su Windows 11.

Un po' meno significativo il secondo screenshot, che comunque ci mostra come le app Android siano integrate bene a livello di sistema operativo. Saranno infatti presenti nella taskbar, come ogni altre app, sulla quale la potrete anche "pinnare". C'è l'anteprima della stessa app al mouseover, ed ovviamente sarà possibile trascinare e ridimensionarne la finestre a piacimento, oltre che interagire tramite tastiera, trackpad e controlli touch (se disponibili). Di fatto le app Android dovrebbero sembrare e comportarsi come app Windows, al netto della loro grafica, senz'altro non in perfetta armonia con quella di Microsoft.

Grande attesa insomma per questa funzione, che per la verità finora non ha mai cambiato le carte in tavola laddove era disponibile (Chromebook e lo stesso Windows, attraverso software di terze parti). Se però l'integrazione di Microsoft sarà fatta bene come sembra, se le app funzioneranno a dovere e la loro disponibilità sarà ampia, le cose potrebbero cambiare.

Commenta