Le app Android arrivano per i Windows 11 insider (aggiornato con rimozione blocco)

Il test è limitato agli USA, ma è possibile aggirarlo facilmente
Le app Android arrivano per i Windows 11 insider (aggiornato con rimozione blocco)
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Le app Android sono da oggi disponibili per gli utenti insider di Windows 11. L'annuncio di Microsoft parla di supporto per tutti i dispositivi compatibili, con processori Intel, AMD, e Qualcomm, a patto di rispettare i seguenti requisiti:

  1. Dovete avere Windows 11 almeno con build 22000.xxx
  2. Potreste dover abilitare il supporto alla virtualizzazione nel BIOS/UEFI. Qui c'è una guida ufficiale su come fare.
  3. L'area geografica del vostro PC deve essere impostata sugli Stati Uniti.
  4. Dovete fare parte del programma insider. Qui trovate tutte le informazioni necessarie per aderire, e scaricare l'ultima beta di Windows 11.
  5. Dopo l'installazione della beta dovete scaricare l'Amazon App Store. È necessario però un account Amazon statunitense per farlo funzionare. (Putroppo non siamo riusciti ad aggirare facilmente questo ultimo requisito, ma c'è comunque un modo per avere le app Android su Windows, alternativo allo store Amazon.)

Al momento ci sono solo 50 app Android disponibili, ma altre arriveranno nel corso dei prossimi mesi. Del resto non sarebbe una beta se ci fosse già tutto quanto.

Non appena possibile vi faremo sapere se il beta testing funziona anche da noi e come girano le app Android su Windows 11. Se doveste fare prima di noi, lo spazio dei commenti è a vostra disposizione.

Aggiornamento 22/10/2021

Come prevedibile, è stato trovato un modo per superare la restrizione geografica imposta sull'Amazon App store.

  1. Assicuratevi di essere nella beta di Windows 11 con il Windows Subsystem for Android installato ed in esecuzione.
  2. Scaricate l'ultima versione dell'apk dell'Amazon Appstore.
  3. Colegatevi al sottosistema Android con il seguente comando: adb connect 127.0.0.1:58526
  4. Installate l'apk appena scaricato con: adb install -r <percorso del file>
  5. In questo modo verrà sovrascritto l'app store e la versione che avrete installato adesso non dovrebbe avere alcun blocco regionale al suo interno.

Allo stesso modo potete installare anche uno store di terze parti, come Aurora Store, che di fatto vi permette di accedere al Play Store senza servizi Google preinstallati.

Fonte: Microsoft (1), (2)

Commenta