Le app Android arrivano su Windows 11! Saranno scaricabili dal Microsoft Store e installabili con APK (aggiornamento)

Vezio Ceniccola -

Una delle maggiori novità di Windows 11 riguarderà le app Android! Sì, avete capito bene, perché con la nuova versione del sistema operativo potrete utilizzare in maniera nativa le app Android, scaricandole direttamente dal Microsoft Store integrato in Windows.

Per scaricare le app Android su Windows 11 sarà possibile sfruttare l’integrazione dell’Amazon App Store all’interno del Microsoft Store. Sfruttando il già ampio catalogo di app contenute nello store di Amazon, potrete scaricare e usare su Windows 11 tantissime app e giochi per Android, come Instagram, TikTok e tanto altro ancora.

L’app di TikTok spostata sul lato destro

Le app Android potranno girare in maniera nativa su Windows 11 tramite la tecnologia Intel Bridge e il Windows Subsystem for Linux 2. Una volta aperte, l’interfaccia si adatterà in automatico se disponibile una versione in orizzontale, altrimenti potrete vedere la classica versione verticale in stile smartphone. Inoltre, anche per le finestre delle app Android potrete sfruttare tutte le funzionalità standard di Windows 11, come lo snap ai bordi dello schermo e il ridimensionamento ad icona sulla barra inferiore.

LEGGI ANCHE: Windows 11 ufficiale: tutte le novità

Tutto questo permetterà a tutti gli utenti Windows 11 di accedere all’immenso parco di app e giochi Android che finora non potevano essere utilizzati nativamente sul sistema Microsoft. Pensiamo ad esempio a tante app per la domotica o la finanza, ad alcuni social network particolari o anche alle app basate su geolocalizzazione e funzioni particolari degli smartphone.

A questo punto, l’arrivo di Windows 11 si fa ancora più interessante, non solo per gli utenti abituati ad utilizzare i classici software per PC, ma anche per coloro che utilizzano già Android e potranno ritrovarsi ad usare le stesse app anche sul proprio PC. Una novità che potrebbe cambiare il vostro modo di usare Windows.

Aggiornamento26-06-2021 ore 12:08

Arrivano nuovi spunti molto interessanti per l’installazione delle app Android su Windows 11. A quanto pare, sarà possibile utilizzare anche il sideload dei file APK, cosa che permetterà un’installazione completamente manuale delle app, senza dover passare per il Microsoft Store, e soprattutto ci consentirà di installare qualsiasi app Android, anche quelle non disponibili sullo store.

La notizia non è arrivata direttamente dalla società di Redmond, ma è stata confermata da uno dei suoi uomini, lo sviluppatore Miguel de Icaza, che ha risposto a domanda diretta tramite un tweet sul suo profilo ufficiale. Al momento non conosciamo ulteriori dettagli in proposito, ma dovremo attendere l’arrivo della build ufficiale di Windows 11 per capire se sorgeranno eventuali problemi di compatibilità con alcuni software, in particolare quelli installati tramite APK.

Ricordiamo, infatti, che alcune app Android potrebbero non funzionare correttamente, data la mancanza dei Google Play Services su dispositivi Windows. Inoltre, installando un app tramite APK non sarà possibile ricevere aggiornamenti dallo store, ma dovrete essere voi ad aggiornare manualmente quando si presenta una nuova versione.

Via: The Verge, Liliputing
  • Tiwi

    passo

  • User1

    Quindi posso, banalmente, giocare a Brawl Stars sul pc? Beh dai sembra bello

  • Okazuma

    Le app android che girano nativamente su Win11 mi sembra un chiaro attacco frontale ai Chromebook

    • Six

      Gli attuali chromebook sono un colabrodo, a parità di hardware costano più di un notebook windows. E tra aggiornamenti garantiti per 8 anni e compatibilità con le app android, la storia che bastano 4gb di ram e 64gb di memoria interna (emmc) non funziona più.

      • N3R0

        non vedo l’ora di provare win11 ma avendo anche un chromebook ti assicuro che con un celeron/4GB/64emmc utilizzo benissimo office (web e app), stampo e scansiono in wifi e utilizzo tantissime app e giochi android. Praticamente la mia giornata lavorativa tipo. Tutto su un pc touch da 300€.

        • Matteo

          A parte che “a parità di harware” parlando di un Chromebook fa già ridere, ma pure tanto. È evidente che non sai manco come funziona ChromeOS.
          Io lavoro, da sviluppatore, su un Chromebook con schermo FHD touch e 128gb di archiviazione (ma non ne ho mai dovuti usare più di 20) che con il warehouse amazon mi è costato 180€.

          Dimmi te quale computer Windows ti da 16 ore di autonomia, senza lag con 60 schede chrome aperte, uno schermo touch fullhd, il tutto su una scocca resistente agli urti, a 170€.

          Manco le cinesate che si rompono dopo 6 mesi costano così poco.

          • AnorakV

            Che cromebook possiedi? Se posso chiedere

      • Okazuma

        I Chromebook hanno senso solo se hanno lo schermo touch e se sono abbastanza potenti da poter virtualizzare Win con Parallels.
        Gli altri vanno bene per uso molto basic

    • Marco Abbina

      Sembrerebbe più un’evoluzione di Google in un’ulteriore direzione.

      • Okazuma

        Evoluzione un paio di ciufoli se i Chromebook muoiono.
        Avevano poco senso prima, figuriamoci ora

        • Alessandro Fiorito

          Il loro successo degli ultimi anni racconta una storia diversa

          • Okazuma

            Senza concorrenti non era difficile

          • Max 137

            Certo che tu la sai lunga… Mi stupisco che non ti abbiano ancora preso come direttore marketing di Google, Microsoft e Apple. Ne sai una più del diavolo

          • Alessandro Fiorito

            Microsoft ci ha provato più volte a fare concorrenza, in modo grottesco e senza successo. Se altri produttori non si sono avventurati a fare concorrenza, non va tolto certo merito a chi quel segmento se l’è creato, l’ha coltivato e ci ha investito ben prima che venisse apprezzato dalla massa.

  • Alfredo Frattini

    E io convinto che l’amazon app store stesse colando a picco, vedendo la cosa sono rimasto parecchio stupito. Speriamo venga arricchito di app, e/o che ci sia la possibilità di installare apk da store di terze parti che li gestiscano bene… o che (ma magari) integri un play store.

    • Dubito che Google permetterà mai di metterci il Play Store