Anche Apple avrà le sue universal app? Primi passi verso la convergenza fra iOS e macOS

Edoardo Carlo Ceretti

L’ultimo report di Bloomberg sull’universo Apple potrebbe essere di quelli importanti. Secondo la celebre agenzia di stampa, il colosso di Cupertino starebbe muovendo i primi passi verso quella che potrebbe essere una svolta epocale: la convergenza fra iOS e macOS.

Durante il WWDC del prossimo giugno, Apple potrebbe annunciare il rilascio di nuovi strumenti per gli sviluppatori software, che permetteranno loro di creare applicazioni in grado di girare indifferentemente su iOS – dunque su dispositivi mobile, come iPhone e iPad – e su mac OS – iMac, Macbook e tutta la serie di computer della mela.

LEGGI ANCHE: Quanto guadagnano Apple, Google e Microsoft ogni secondo? 

Una trovata del tutto simile – quantomeno nel risultato finale – a quella già portata avanti da Microsoft, con la sua Universal Windows Platform e che potrebbe aprire scenari del tutto inediti per Apple. Da sempre l’azienda di Cupertino lavora per rendere il proprio ecosistema di app e servizi il più coerente e piacevole possibile, questa mossa potrebbe portarlo senza dubbio ad un livello successivo.

Tuttavia, una rivoluzione di questo genere è molto più semplice a dirsi che a farsi, come Microsoft stessa si è ben resa conto. Non è infatti chiaro se una futura versione di macOS dovrà emulare in qualche modo iOS, oppure se gli sviluppatori dovranno creare app in un unico pacchetto contenente due codici separati. Staremo a vedere nel corso dei prossimi mesi quale piega prenderà questo interessantissimo scenario.

Via: The VergeFonte: Bloomberg