Come Apple ha risolto problema delle tastiere con i nuovi MacBook Pro 2018

Cosimo Alfredo Pina

I MacBook Pro del 2016, quelli che tra le altre cose hanno introdotto la Touch Bar, possono essere soggetti a problemi con la tastiera. Alcuni utenti hanno riscontrato tasti non funzionati, o che si incastrano nella scocca.

Il problema è stato riconosciuto ufficialmente da Apple che ha istituito un programma di sostituzione per i notebook interessati. Conscia di questo fatto, l’azienda ha lavorato sui MacBook Pro 2018 per ridurre al minimo il rischio di malfunzionamento della tastiera.

Sarebbe infatti la polvere che si insidia tra scocca e tasti a creare i problemi in questione. Per questo la nuova progettazione prevede una membrana di plastica morbida su cui poggiano i tasti.

LEGGI ANCHE: Apple ammette l’esistenza di problemi alla tastiera di alcuni modelli di MacBook

Il team di iFixit ha effettuato un’analisi approfondita della nuova tastiera. Questa evidenzia alcune accortezze interessanti. Ad esempio il bordo del tasto e l’avvallo della membrana creano un’efficace barriera alla maggior parte delle polveri (sono stati testati varie dimensioni) e c’è anche un ulteriore protezione che tutela l’interruttore del pulsante.

Inoltre la membrana aiuta, forse come effetto secondario, a contenere le frequenze alte del clic, rendendo il suono più piacevole. Il tutto però, spiega iFixit, a scapito della riparabilità. La membrana aggiunge infatti un elemento di complicazione.

Ma del resto i prodotti made in Cupertino sono ben noti per non essere pensati per le riparazioni fai-da-te.

Fonte: ifixit.org
  • Paul

    Ho come l’impressione che sia una supercazzola. La membrana sarà soggetta ad usura. Dunque, si creperà. E poi? La fatidica polvere entrerà, e poi? E poi boh?