Apple Silicon: ecco come avviare Linux e Windows sui nuovi Mac (video)

Federica Papagni

Con l’arrivo dei MacBook dotati dei chip proprietari Apple M1, il mondo del modding si è sbizzarrito per cercare di portare Linux e Windows su Mac ARM. Dal momento che i due sistemi operativi citati non sono affatto estranei al mondo ARM, tale tentativo fin dall’origine è stato considerato tutt’altro che impossibile. Sviluppatori hanno dato anima e corpo per riuscire a decifrare l’implementazione ARM personalizzata di Apple, e ora tale fatica ha dato i suoi frutti: è possibile avviare Windows 10 e Linux su Mac con Apple Silicon, anche se tramite virtualizzazione.

Alexander Graf, ingegnere software di Amazon, è riuscito infatti ad adattare QEMU, il popolare emulatore open source e virtualizzatore, ottenendo come risultato il funzionamento di quasi tutte le funzioni di base, inclusi audio virtualizzato e interfacce di rete. Successivamente diversi sviluppatori si sono uniti per correggere i bug rimanenti e rendere il processo di installazione più intuitivo.

LEGGI ANCHE: Tennis World Tour 2 in arrivo su PS5 e Xbox Series X/S nel 2021

È necessario specificare che tale processo non va in nessun a rimuovere il sistema operativo principale, per cui non dovete temere di combinare qualche pasticcio. Tuttavia, sono ancora esistenti degli impedimenti che contrastano l’avvio nativo di Windows o Linux su Mac ARM. Linus Torvalds, il creatore di Linux, ritiene che a rendere complicato il porting è la natura chiusa della GPU integrata e altri componenti nel SoC M1. Una delle possibili soluzioni, quindi, sarebbe l’eventuale apertura proprio della casa di Cupertino.

Se desiderate procedere con tale porting tramite QEMU, potete seguire il video tutorial che vi mettiamo a disposizione qui sotto.

Video

Via: XDA Developers