Ecco i nuovi zarrissimi ASUS ROG e accessori che fanno sbavare il gamer (foto)

Cosimo Alfredo Pina

Notebook, router e ovviamente sistemi da gaming della gamma ROG. L’inizio 2018 di ASUS è più ricco che mai. Le linee suoi nuovi portatili, desktop e monitor sono fedeli all’aggressività che caratterizza i prodotti Republic of Gamers, che grazie ai componenti di ultima generazione offrono rapporti prestazioni/ingombro sempre più vantaggiosi.

Poi non manca qualche chicca, come una specie di “webcam” che proietta fasci di luce RGB in sincronia con il vostro PC gaming (ASUS Aura Sync) oppure quella che sembra essere la soluzione definitiva per le configurazioni multi schermo. A seguire maggiori dettagli, in attesa di sapere i prezzi in euro della nuova gamma ASUS ROG 2018.

ASUS ROG Strix SKT T1 Hero Edition

 

Dalla collaborazione tra ASUS e il team eSport SK Telecom T1 nasce questa versione speciale del ROG Strix, portatile con scocca personalizzata sotto la quale è ospitato un bel processore Intel Core i7, una GTX 1060, un display a ben 120 Hz e, ovviamente, tastiera con retroilluminazione RGB. Questa versione speciale, che non è detto arrivi in Italia, sarà lanciata negli USA entro i prossimi tre mesi ad un prezzo di lancio di 1.699$.

ASUS ROG G703 | FX503 | ROG Strix Scar Edition

Tornando ad una linea più classica ecco il nuovo G703, portatile ben più ingombrante del precedente, ma che punta tanto sulla potenza. A far girare il display a 144 Hz, full HD con NVIDIA G-SYNC, c’è un potente  Intel Core i7-7820HK, overcloccato da ASUS con boost a 4,3 GHz, e una GTX 1080. Rifiniture come il supporto integrato al protocollo Xbox Wireless, per usare il controller senza dongle, e la tastiera RGB sono dovuti su un prodotto come questo, che negli USA viene lanciato a 3.499$.

Simili nella filosofia, ma scalati a prezzi più bassi ci sono il ROG Strix Scar Edition, con pannello a 144 Hz e GTX 1070, oppure il 15,6″ FX503, che monta display a 120 Hz e GTX 1060.

ASUS ROG Strix GL12

A chi preferisce il gaming da scrivania in concezione classica ASUS propone il GL12, che chiaramente non rinuncia a componenti top. Dentro il case dalle linee aggressive, con tanto di fascia RGB sul frontale, c’è un Core i7 di 8a generazione che in boost arriva a 4,8 GHz e una GTX 1080. Il tutto rigorosamente raffreddato a liquido.

Particolare il sistema modulare dedicato all’SSD che può essere cambiato al volo grazie ad uno slot accessibile senza aprire il case. Il GL12 sarà disponibile dal prossimo aprile ad un prezzo non ancora specificato.

ASUS ROG Strix Flare

La prima periferica ROG che vi segnaliamo tra quelle che ASUS ha portato al CES 2018 c’è questa “noiosa” tastiera RGB meccanica (Cherry MX, supponiamo in più varianti). Niente di non già visto ma comodità come la porta USB aggiuntiva e un particolare inserto in acrilico, che permette di usare un logo personalizzato al posto di quello ROG, le danno una certa identità.

ASUS ROG Strix Flare

Entriamo nel vivo delle novità più particolari, con questo controller ASUS Aura Sync che permette di sincronizzare tutti i dispositivi compatibili con questo standard connessi al vostro PC con strisce LED ed altri sistemi di illuminazione RGB.

ASUS ROG Spotlight

Sempre rimanendo nel campo de “l’inutile ma lo voglio”, ecco il gadget che stavate aspettando. Si tratta di un particolare mini-proiettore, tra l’altro realizzato con materiali di pregio come una lega di alluminio per la scocca esterna, che permette di creare effetti di luce RGB, rigorosamente sincronizzati con il vostro PC tramite ASUS Aura Sync.

ASUS ROG Bezel-Free Kit

Ecco invece un gadget potenzialmente davvero utile, anche se appannaggio di chi ha configurazioni top. Il Bezel-Free Kit, come ci suggerisce il suo nome, è un set composto da un sistema di prismi che tramite un sistema ottico permette di posizionare tre display uno di fianco all’altro (due a 130° rispetto a quello centrale) eliminando la fastidiosa interruzione dovuta alle cornici. Un sistema tanto ingegnoso quanto apparentemente efficace, che non vediamo l’ora di vedere in azione dal vivo.

Via: AnandTech