Se aveste Photoshop o Office pirata dovreste preoccuparvi di questo attacco hacker

Vincenzo Ronca -

I ricercatori di Bitdefender, uno dei software di sicurezza informatica più popolari, hanno appena scovato un particolare malware che prende di mira gli utenti che usano software pirata.

I ricercatori di sicurezza hanno infatti evidenziato come un malware attivo sin dal 2018 “preferisca” colpire gli utenti che sui loro PC hanno installato dei software pirata, in particolare Microsoft Office e Adobe Photoshop CC. Questo perché la crac che si installa quando si procede all’installazione pirata disabilita di fatto diversi controlli: oltre a quelli di copyright, vengono disabilitati anche quelli di sicurezza.

LEGGI ANCHE: Nokia Streaming Box 8000, la recensione

Il malware consiste in una backdoor, con l’obiettivo di prendere il controllo di parte del dispositivo hackerato e rubare dati personali. Tra le tipologie di dati rubati negli attacchi realizzati con tale malware troviamo informazioni personali, dati delle carte di credito e credenziali di accesso particolarmente sensibili. Tra questi sono stati anche verificati furti di denaro in portafogli digitali.

La distribuzione degli attacchi di tale malware vanno di pari passo con l’adozione di software pirata. Tra i paesi più colpiti troviamo anche l’Italia, insieme a Stati Uniti, India, Spagna, Germania e Regno Unito. Per starne alla larga vi suggeriamo ovviamente di correre ai ripari ed evitare l’uso di software pirata.

Fonte: PrimaPagina
  • Psyco98

    Grazie unibo che ci offri office 365 gratis

    • Ciao

      Gg per te

  • Ciao

    Fortunatamente non riguarda me. Io la pago profumatamente ogni anno un sacco di soldi la suite 365 office però mi serve per la scuola 🏫 quindi è inevitabile il pagamento. Una volta usavo libre office et similia poi ho compreso che facevano veramente c@g@re dal punto di vista grafico e li ho lasciati al loro triste destino…

  • Michele Ottaviani

    È evidente che chi ha scritto l’articolo non sa come funziona “la crac” soprattutto quello di office…

    • Gabriele Castiglioni

      nemmeno sa come funziona l’inglese (e nutro dubbi anche sull’italiano). se aveste .. dovreste. orribile

      • Peccato che quello che non sa usare congiuntivi e condizionali invece sia tu. Orribile, sì.

        • Devil996

          Ha parlato “Mr. ma però”.

          • Cito testualmente il primo risultato Google:

            “Ma però si può dire, o è un errore? È un problemino vecchio, un problemino di sempre; se ne parlava un secolo fa, se ne parlerà tra cent’anni. Ma però non è un errore, come molti credono, e non è neppure una inutile ripetizione. È una semplice locuzione avverbiale rafforzata, come per esempio ma invece, mentre invece, ma tuttavia, ma nondimeno, ma pure. Come mai nessuno se la prende con queste e tutti se la prendono con ma però? Mah!

            Se volete difendere un vostro ma però, citate Dante: verso 143 del XXII canto dell’Inferno: “…ma però di levarsi era neente” (traduzione: “…ma però era loro impossibile sollevarsi…”). Vi basta?”

    • Meno male che non lo sa, mi verrebbe da dire! Se ci spieghi cosa c’è di sbagliato concettualmente ne parliamo.

  • Gabriele Castiglioni

    sostanzialmente un articolo copia d’altro, in cui viene peggiorato italiano e comprensione. mi piacerebbe leggerlo questo report perché sul sito di bitdefender non l’ho trovato.. giusto per capire come Italia e Spagna siano state citate. secondo me non sono in lista

    • Dici che è un “articolo copia” ma però non sei riuscito a leggere l’originale? Ragionamento ineccepibile proprio…

      • Gabriele Castiglioni

        “Ma però” leggi bene. Certo che ho letto l’articolo “copia”, la fonte è citata, non sono cieco. Non ho trovato l’articolo su BitDefender dal quale questa storia è tratta. Voi l’avete letto? Se si, me lo linkate?

        • Non hai capito: come fai a dire che è un articolo copia d’altro, se questo “altro” non l’hai nemmeno letto? E perché dubiti di Italia e Spagna? Pensi che spariamo proprio nomi a caso?
          Comunque, per rispondere alla tua domanda, ci hanno inviato loro un comunicato stampa e trovi il link a primpagina nella fonte.

          • Gabriele Castiglioni

            Sarò più esplicito: parlate di un “report” di BitDefender che dice che ..copia pirata..blah..blah.. hacker.
            ok.
            Questo “report” di BitDefender (non il comunicato stampa di PrimaPagina, di cui non mi interessa, dovendo valutare la bontà delle vostre notizie e non di quelle di PrimaPagina), l’avete letto? O è solo un copia-modifica-incolla del comunicato di PrimaPagina senza verifica della fonte ufficiale?

            Per quanto all’Italia e Spagna, dubito per il fatto che in PrimaPagina, appunto, c’è un refuso di parte in inglese (poi tradotta) probabilmente della notizia in inglese:

            Distribuzione geografica
            US, India, Germany and UK are the most infected countries – see the attached map for distribution. The infection rate is most likely coordinated with the appetite for pirated software in each geography.
            Stati Uniti, India, Italia, Spagna, Germania e Regno Unito sono i paesi più colpiti – La mappa scaricabile come immagine dall’apposita icona fornisce utili indicazioni per capire la distribuzione geografica degli attacchi. Il tasso di infezione è molto probabilmente legato alle preferenze di utilizzo di software pirata a livello geografico.

            Nella parte inglese non si cita minimamente l’Italia e la Spagna, che vengono poi nominate nella traduzione

  • Andrew

    Oh cacchio… dopo questo articolo (indeterminativo) corro subito ad acquistare Office e Photoshop 🤣

  • Walter Antolini

    Non credo che ci sia ancora gente che nel 2021 abbiamo i due con crack, visto che office si trovano le Key originali a 40€ e Photoshop a 60€ anche se per quest’ultimo la versione in abbonamento sta sugli 8€/mese; in ogni caso esiste Glasswire per Windows e Little Snitch per Mac che puoi bloccare ogni sorta di connessione in entra o uscita e il problema si risolve senza problemi.

  • voodoonet

    Articolo per lo scopo di vedere quanti utenti pubblicano deliberatamente che hanno software pirata e ci siete cascati.

    • lol no! (e poi cosa ce ne importerebbe a noi?)

      • Mattexx

        Indagini di mercato forse