C’è qualcuno che ha comprato un portatile pieno di virus a 1,2 milioni di dollari (foto)

Enrico Paccusse È considerato un pezzo d'arte, ed è chiamato "The Persistence of Chaos"

Il mondo dell’arte è quanto meno particolare, e ci riserva di tanto in tanto chicche degne di essere menzionate in un sito di tecnologia. Se fino a qualche decennio fa con arte si intendeva solo un quadro, un ritratto o qualcosa di fisico, il digitale ha contribuito a rendere etereo anche questo settore.

Ecco quindi che il protagonista di questa asta non è il portatile in sé e per sé, quello si può trovare facilmente, ma il pericolo reale che le minacce astratte possono arrecare. Eh si, perché i 6 virus che contiene il computer in questione – tra cui ILOVEYOU e WannaCry – hanno generato, secondo l’artista, danni per 95 miliardi di dollari.

LEGGI ANCHE: ZenBook Duo, i nuovi portatili di ASUS (con due schermi)

Nel suo stato isolato, il dispositivo è inerme, finché non lo si connette al WiFi o ad una pennetta USB. In un certo senso, potrebbe rientrare nel genere di collezionismo di armi, in un mondo dove la guerra non è più fisica ma digitale. Se volete altri dettagli sui contenuti e sull’asta, ecco la pagina ufficiale.

Via: Engadget