Dal 15 Febbraio Chrome attiverà un ad-blocker sui siti con pubblicità troppo invasive

Leonardo Banchi

Già dallo scorso Giugno sapevamo che Chrome avrebbe prima o poi cominciato la propria battaglia contro le pubblicità troppo invasive, e adesso finalmente abbiamo una data precisa e le modalità con cui questo avverrà: dal prossimo 15 Febbraio, infatti, il browser di Google inizierà a bloccare ogni pubblicità sui siti che non rispettano le linee guida.

Il blocco sarà totale, ed interesserà anche le pubblicità gestite dallo stesso Google all’interno dei siti web “approfittatori”. Le linee guida da rispettare saranno invece quelle indicate dalla Coalition for Better Ads, un gruppo del quale fa parte anche Google che punta a migliorare l’esperienza web degli utenti regolamentando la pubblicazione degli annunci online.

LEGGI ANCHE: Google ha pubblicato Chrome sul Windows Store, ma non è proprio ciò che vi immaginate

Nello specifico, le pubblicità che potrebbero far guadagnare ad un sito una brutta reputazione, attivando così alla lunga l’ad-blocker integrato di Chrome, sono quelle che compaiono in sovrimpressione a tutta pagina, quelle che riproducono suoni senza il consenso dell’utente, e quelle contenenti immagini lampeggianti.

I siti colti in flagrante potranno comunque ripristinare la propria reputazione attraverso una semplice procedura, pubblicata oggi da Google:

Le violazioni delle linee guida saranno riportate ai siti web attraverso l’Ad Experience Report, e i proprietari dei siti potranno richiedere una revisione una volta che le violazioni saranno state rimosse. A partire dal 15 Febbraio, in linea con le linee guida della Coalizione, Chrome rimuoverà tutte le pubblicità dai siti che saranno in stato di “errore” nell’Ad Experience Report per più di 30 giorni. Tutte queste informazioni possono essere trovate nell’Ad Experience Report Help Center, e i nostri forums sono disponibili per l’invio di feedback o per trovare risposta a varie domande.

Per quanto si sa adesso riguardo alle nuove versioni di Chrome, sembra che questa novità sarà attivata lato server (e probabilmente in modo graduale per i vari utenti): Chrome 64 dovrebbe infatti arrivare il 23 Gennaio, mentre per la versione 65 dovrebbe essere necessario aspettare fino al 6 Marzo.