Il governo cinese abbandonerà Windows a favore di Linux

Il governo cinese abbandonerà Windows a favore di Linux
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Il governo cinese ha ordinato che gli attuali PC Windows utilizzati nell'amministrazione pubblica centrale dovranno essere sostituiti con nuovi computer su base Linux. Inoltre, sarà obbligatorio rivolgersi esclusivamente a produttori cinesi.

Secondo Bloomberg, quindi, la Cina sostituirà circa 50 milioni di PC nelle sole agenzie del governo centrale. Il passaggio, ovviamente, non si consumerà in un solo colpo, bensì sarà completato nel corso di due anni. Questa notizia, tra l'altro, come si può facilmente prevedere, ha fatto volare le azioni in borsa di aziende come Lenovo.

Questa decisione, infine, punta a sostituire le tecnologie straniere con quelle locali per perseguire l'indipendenza sia sul versante software che su quello dell'hardware.

Via: NeoWin
Fonte: Bloomberg
Mostra i commenti