CleanMyMac X strizza l'occhio a Silicon M1

CleanMyMac X strizza l'occhio a Silicon M1
Enrico Gargiulo
Enrico Gargiulo

È probabile che conosciate CleanMyMac, potreste usarla quotidianamente, o potreste averla vista in qualche pubblicità, scrollando le bacheche dei vostri social. Per chi non la conoscesse, si tratta di un'app per MacOS che permette di disinstallarne correttamente delle altre, di liberare cache sature e di fare una più generale manutenzione del sistema di Apple. Fino ad oggi è stato possibile usarla anche sui nuovissimi Macbook Air, Pro e Mac Mini con processore M1 tramite Rosetta: con l'ultimo aggiornamento, oltre a un nuovo widget, è stata migliorata la compatibilità con i nuovi soc Silicon, che garantisce una maggiore fluidità oltre ad altri cambiamenti.

Ciò che per prima cosa salterà all'occhio dell'utente, sarà una mutazione grafica: CleanMyMac X ha infatti un'icona nuova, un'animazione rivisitata e una palette di colori assai più vicina allo stile adottato nel sistema Big Sur. L'app potrà comunque essere utilizzata su dispositivi l'ultimo sistema operativo di Apple che montano processori Intel, ma se voleste alleggerire i vostri Mac con processore M1 dei file binari inerenti Intel, da oggi potrete farlo comodamente dall'interno dell'app stessa.

CleanMyMac può essere utilizzata gratuitamente, tramite l'abbonamento a Setapp o al costo di 39,95€ tramite l'abbonamento autonomo all'app. Mentre scriviamo l'articolo quest'ultimo è scontato di 10€ per un costo annuale di 29,95€. Il download sarà disponibile entro la settimana prossima sull'ultima versione del Mac App Store.

Via: 9to5Mac

Commenta