Come aggiornare a Windows 11 subito, gratuitamente

3 metodi ufficiali per installare Windows 11 su qualsiasi PC
Come aggiornare a Windows 11 subito, gratuitamente
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Nel corso della serata di ieri, in pieno Facebook outage, Microsoft ha rilasciato Windows 11, ma come vi abbiamo già detto il rollout del sistema operativo sarà molto lento e ci vorranno mesi prima di arrivare a tutti gli utenti. E se non volessimo aspettare? Vediamo quindi tre metodi per saltare la fila ed avere subito l'ultima versione di Windows gratuitamente (a patto che abbiate una licenza di Windows 10), ma non dimenticavi di fare prima un bel backup di sicurezza di tutti i dati che non potete permettervi di perdere.

1. Assistente per l'installazione di Windows 11

L'assistente per l'installazione di Windows 11 è probabilmente la strada più semplice, e serve per aggiornare un PC con Windows 10 all'ultima versione, ma ci sono comunque alcune condizioni che dovete soddisfare.

  • Il vostro PC deve rispettare tutti i pre-requisiti di Windows 11.
  • Dovrete avere già installato Windows 10 versione 2004 o successiva.
  • Vi serviranno almeno 9 GB di spazio di archiviazione liberi.

Se i punti precedenti sono tutti apposto, andate su questo indirizzo e cliccate sul bottone "scarica ora", subito sotto al paragrafo relativo all'assistente per l'installazione. Partirà immediatamente il download di un piccolo file da poco più di 4MB. Al termine eseguitelo e seguite le istruzioni. Sul sito troverete anche una spiegazione dettagliata in italiano. Ricordate anche che, nel caso di un portatile, dovrete essere collegati all'alimentatore.

2. Media Creation Tool

La creazione di supporti di installazione di Windows 11 è il metodo preferenziale per chi voglia installare Windows 11 su un PC diverso da quello che sta usando in quel momento. In questo modo potrete creare una pennina USB o un DVD auto-installanti, ed usarli quindi per mettere Windows 11 idealmente ovunque, sebbene sull'hardware non ufficialmente supportato non saranno disponibili gli aggiornamenti.

Per creare il supporto necessario all'installazione dovrete avere una licenza di Windows 11 o un dispositivo Windows 10 (con licenza) idone all'upgrade.

Il sito Microsoft che dovete visitare è lo stesso del punto precedente, solo che in questo caso la sezione di vostro interesse è "Creazione di supporti di installazione di Windows 11". Anche in questo caso dovrete scaricare un tool (9,3 MB) che poi si occuperà di scaricare l'immagine e di copiarla sul supporto che avete selezionato. Trovate comunque una guida passo passo in italiano sul sito Microsoft, quindi è inutile ripeterla.

3. Download ISO

L'ultima opzione è quella per utenti più esperti, e consiste nel download diretto della ISO, che potrete poi manualmente andare a scrivere su un supporto, installare montandola sul sistema che volete, o anche usare in una macchina virtuale. Se non sapete cos'è una ISO e come utilizzarla, questa opzione semplicemente non fa per voi.

Recatevi quindi sempre sul sito Microsoft e scorrete fino alla voce "Download dell'immagine del disco (ISO) di Windows 11". Cliccate su scarica, scegliete la lingua e confermate, e poi premete il pulsante download che è comparso poco più sotto (circa 5 GB). Una volta che la ISO sarà nelle vostre mani, fateci ciò che volete (letteralmente).

Segui l'argomento

Tutti gli articoli sull'argomento

Commenta