Come leggere e scrivere su un floppy disk con un PC moderno

Come leggere e scrivere su un floppy disk con un PC moderno
SmartWorld team
SmartWorld team

Oggi esistono molti metodi per il backup dei dati che sono molto più affidabili e offrono una capacità di archiviazione molto più elevata. Eppure i floppy disk conservano un fascino vintage che consentono di toccare con mano il mondo dell'informatica degli albori.

Il floppy disk è stato la prima forma di archiviazione dati veramente portatile per computer. Quando furono inventati potevano memorizzare fino a 1,44 MB di dati. Si tratta di una quantità pressoché impalpabile nel mondo di oggi in cui la maggior parte dei file occupano decine se non centinaia di MB. Che sia per curiosità oppure perché in un cassetto abbiamo trovato uno o più floppy disk, come facciamo a leggerli con un PC moderno? Come facciamo a scoprire il contenuto?

Floppy disk, simbolo dell’archiviazione dei dati

Prima di scoprire come leggere e scrivere su un floppy disk con un PC moderno è indispensabile rivelare una curiosità. Chi ha fatto caso che l'icona del comando Salva in numerosi programmi per PC è la rappresentazione stilizzata di un floppy disk? Succede perché il loro utilizzo negli anni 80 e negli anni 90 è stato così intenso e costante da rappresentare oggi il simbolo della memorizzazione dei dati.

La maggior parte dei PC non dispone più di unità floppy per la lettura di questi dischi, comunemente disponibili nelle due dimensioni di 5,25 e 3,5 pollici. Sono soprattutto quest'ultimi ad aver spopolato nelle case e negli uffici di tutto il mondo. Dal punto di vista fisico, sono dischi magnetici di materiale flessibile, protetti da un rivestimento rigido. La presenza di uno sportellino metallico rendeva le unità da 3,5 pollici più resistenti e sicure. Evitava infatti che il disco magnetico venisse toccato accidentalmente e dunque si rovinasse. Il declino definitivo si è avuto nei primi anni 2000 con la diffusione di Internet e delle chiavette USB accanto a quella dei CD.

Alla ricerca del modo per leggere e scrivere su un floppy disk

Il primo modo per leggere un floppy disk con un PC moderno è andare alla ricerca di una unità esterna. Non è così scontato entrarne in possesso in quanto questo tipo di archiviazione è così obsoleto che non è più disponibile nella maggior parte dei negozi di computer. Più facile che possa essere in possesso dei genitori di un amico o che si possa trovare online nelle piattaforme di vendita di oggetti usati. Queste unità possono essere collegate a un computer tramite USB o tramite una porta parallela.

Abbiamo provato a fare una ricerca sia sui portali di e-commerce più popolari e sia sui siti di compravendita di oggetti anche tecnologici. Ebbene, il costo medio di un drive esterno USB per floppy disk è di circa 40 euro. Ma soprattutto segnaliamo la possibilità di acquistare gli stessi floppy disk da 3,5 pollici. Per una confezione da 10, l'impegno di spesa comincia da 15-20 euro.

Dall’hardware al software per la lettura dei floppy disk

Può sembrare paradossale, ma è più semplice assicurarsi la compatibilità di un sistema operativo moderno che trovare un drive esterno USB per floppy disk. Proprio così: la maggior parte dei software garantisce ancora il supporto. In termini pratici significa che basta inserire il cavo USB del drive del floppy disk nel PC per scoprire come l'unità venga ancora oggi riconosciuta.

Se il quadro è questo, è davvero sufficiente collegare una unità esterna a un PC moderno equipaggiato con una delle ultime versioni di Windows? La risposta è quasi sempre affermativa in quanto viene riconosciuto nella maggior parte dei casi.

Come fare a leggere i primi floppy disk da 8 pollici

I primi floppy disk da 8 pollici ovvero da circa 20 centimetri di lato sono stati lanciati sul mercato da IBM nel 1971. Un singolo disco riusciva conteneva soli 79,7 KB. Al momento della creazione non lo chiamarono floppy o floppy disk, ma memory disk. La stessa parola floppy deriva da un termine che significa flessibile. Ed ecco spiegato il motivo della flessibilità del supporto.

Ebbene, per la lettura di queste prima unità occorre trovare un dispositivo specifico, collegarlo a un moderno PC tramite un adattatore USB e avviarlo con un alimentatore dotato di connettore Molex. In questo caso, la difficoltà di reperibilità è maggiore così come i prezzi da mettere in conto.

Commenta