Dell lancia XPS 13 ed Inspiron con Intel Core di 8a gen e un visore VR da 360$

Cosimo Alfredo Pina

Tempo di aggiornamenti hardware in casa Dell e anche di qualche novità inedita. Sull’apprezzato Dell XPS 13 e sugli Insipiron 7000 arrivano i nuovi processori Intel Core di 8a generazione, i Kaby Lare Refresh annunciati giusto una settimana fa.

Vi ricordiamo che il grande cambiamento di queste CPU della Serie U è il fatto che, invece che dual-core con HT, adesso sono tutte quad-core con hyperthreading (8 thread). Un vantaggio che dovrebbe farsi sentire sulla produttività, senza comunque andare ad intaccare troppo l’autonomia.

Allo stesso prezzo dell’attuale modello Kaby Lake di 7a generazione l’XPS 13 monterà Intel Core i7-8550U, i5-8250U, un po’ potenziate rispetto alle specifiche stock dei processori (TDP da 20 W invece di 15 W). Il “nuovo” XPS 13, che esteticamente e strutturalmente avrà le stesse caratteristiche dell’attuale modello (9560) sarà disponibile dal 12 settembre.

Stesse CPU (non è chiaro se con lo stesso boost del TDP) anche per i nuovi Inspiron 7000, sia la versione convenzionale, il cui schermo può comunque essere ribaltato a 180°, sia il modello convertibile a 360°.

Entrambi i modelli avranno due porte USB classiche, una USB-C, una HDMI e un lettore di schede SD. Sul notebook non convertibile anche lettore di impronte digitali (forse non in Italia). Maggiori dettagli sulla scheda tecnica dei nuovi Inspiron 7000 arriveranno ad ottobre, quando entreranno in commercio.

Passando alle novità vere e proprie arriviamo al Dell Visor, un visore VR compatibile con Windows Mixed Reality relativamente economico con due display 1.440 x 1.440, sensori per avere sei gradi di libertà e costruzione che permette di sollevare la parte frontale per uscire dalla realtà virtuale senza toglierselo di dosso. Disponibile dal 17 ottobre (sospettiamo solo negli USA) il Dell Visor costerà 360$ e sarà affiancabile da un paio di controller da 100$.

Dell continua quindi a rinnovare la sua offerta hardware tenendola al passo con i tempi e provando ad esplorare le nuove frontiere del personal computing. Adesso non resta che vedere come se la caveranno questi dispositivi nell’uso quotidiano.

Fonte: Liliputing, Liliputing, Liliputing, Liliputing