Dispositivi con CPU Gemini Lake: risolto un importante bug che coinvolge Chrome e Firefox

Vincenzo Ronca

I processori della tipologia Gemini Lake sono stati presentati da Intel un paio d’anni fa e sono stati portati sul mercato integrati in dispositivi entry-level o di fascia medio-bassa. Nelle ultime ore Google avrebbe scovato un importante bug che coinvolge questi processori.

Il bug si verificherebbe durante l’utilizzo dei browser Chrome e Firefox e consiste nell’arresto anomalo del dispositivo. In particolare, le principali segnalazioni di crash sono arrivate dai modelli Family 6 Model 122 Stepping 1 di CPU, con diverse versioni di Google Chrome. Le anomalie si verificherebbero al superamento del limite di 16 byte in termini di lettura d’istruzioni.

LEGGI ANCHE: Netflix sarà incluso nell’offerta Sky Q

Il team di sviluppo di Chrome ha cercato di risolvere il problema forzando l’esecuzione di funzioni allineate a 32 byte, mentre il team di Firefox avrebbe introdotto un fix software per risolvere il problema. Per aggirare il problema a lungo termine dovrebbe essere necessario passare alle versioni a 32 bit dei software.

Via: PhoronixFonte: Chromium, Bugzilla