Docker e Adobe Premier Rush si aggiornano: finalmente compatibili con Mac M1

Vito Laminafra

Sempre più programmi si stanno aggiornando per supportare chip M1, i nuovi processori di Apple montati su MacBook Pro 13, MacBook Air e Mac Mini basati su architettura ARM. Recentemente altri due nuovi software molto utilizzati dagli utenti sono finalmente compatibili con Apple Silicon: Docker e Adobe Premier Rush.

LEGGI ANCHE: ASUS ROG lancia in Italia ROG Keris

Docker è uno strumento molto utilizzato dagli sviluppatori che permette di effettuare il deployment di applicazioni all’interno di contenitori software separati dal sistema e basati su Linux, grazie proprio a tecniche di virtualizzazione di questo sistema operativo. Dopo diversi mesi di beta, è stata rilasciata la versione stabile del software compatibile con Mac M1, che risulta inoltre compatibile con immagini di sistema sia x86 che ARM.

Premiere Rush è invece l’app per smartphone di Adobe dedicata al montaggio video, versione semplificata rispetto a Premiere Pro. Questo nuovo aggiornamento, oltre a portare la compatibilità con chip M1, porta anche un nuovo menù contestuale per la timeline simile a quello presente su iOS e un pulsante dedicato per il reset delle impostazioni del colore o dell’audio di un video.

 

Via: AppleInsider, MacRumors
  • Marco

    Qualcuno sa se Adobe Indesign, Adobe Illustrator, Adobe XD e Adobe Dimension sono compatibili con M1?
    (Non tramite Rosetta 2, ma nativamente)

    • RiccardoPiliu

      Indesign, Illustrator, XD e Dimension non sono compatibili nativamente con M1 ma puoi testarli ugualmente con Rosetta 2 (il calo di prestazioni nella maggior parte dei casi è impercettibile). In ogni caso da pochi giorni è disponibile la versione ufficiale di Parallels Desktop per M1 su cui puoi installare in VM Windows 10 ARM Insider Edition (gratuito per gli Insider, l’iscrizione si effettua in pochi minuti) e puoi praticamente far girare tutte le applicazioni X86 (io lo uso da tre giorni continuativamente e finora non ho mai avuto problemi di instabilità). La velocità di avvio di Windows e applicazioni collegate è a dir poco strabiliante, dato che la VM sfrutta nativamente tutta la potenza di elaborazione di Silicon, quindi avrai prestazioni nettamente superiori rispetto ai Macbook con processore Intel I9. Puoi scaricare la versione di prova di Parallels e verificare la perfetta compatibilità delle app di Adobe non native, prima di acquistarla.