Due hacker hanno preso il controllo di migliaia di Chromecast per costringere Google a correggere un bug (foto)

Roberto Artigiani

Una coppia di hacker sono riusciti ad ottenere il controllo assoluto su migliaia di Chromecast in tutto il mondo sfruttando un bug noto da molto tempo, ma rimasto insoluto. I due, noti con i nomi Hacker Giraffe e J3ws3r, hanno mostrato sugli schermi connessi via Chromecast l’immagine riportata a fine articolo con l’intento di spingere Google a porre rimedio alla falla che gli ha consentito di controllare da remoto al dispositivo.

Si è chiaramente trattato di un avvertimento per gli utenti ignari della situazione. La vulnerabilità è stata chiamata “CastHack” e sfrutta una falla presente tanto nel Chromecast quanto nel router a cui è connesso. Il meccanismo di autenticazione usato Chromecast e la l’abilitazione – spesso inconsapevole – del protocollo UPnP permettono infatti a un malintenzionato di prendere il controllo del dispositivo.

LEGGI ANCHE: Come impostare la vostra TV per godere di Netflix al meglio

I colleghi di TechCrunch hanno contattato direttamente Google al proposito che ha risposto affermando che la soluzione è lasciata agli utenti che devono impostare il loro router in modo che Chromecast non sia raggiungibile dall’esterno. Come rimarcato anche dagli stessi hacker infatti disabilitare UPnP evita di imbattersi nel problema, ma non lo risolve alla radice.

Via: TechCrunch
  • Ivan

    Ho notato che ogni notte (l’unico periodo che riesco a monitorare) il Chromecast, collegato a TV e corrente, consuma una quantità enorme di dati ma la cosa strana è che sono pacchetti tondi di 500mb. Cosa succede? Io uso internet tramite router 4g di Huawei e questo per me è un grosso problema.