Favicon in Safari: grazie, Apple, grazie

Emanuele Cisotti

Avete presente quella funzione che proprio vorreste dal vostro software di fiducia e che proprio gli sviluppatori non vogliono mettere? Ecco, per me, e per tantissimi altri, erano le favicon in Safari. Per chi non lo sapesse le favicon sono il simbolo del sito che appaiono nei tab quando state navigando e che vi danno anche un chiaro colpo d’occhio direttamente nella barra dei preferiti. Sempre per chi non conoscesse il browser Safari (disponibile per macOS e Windows), sappiate che in Safari le favicon (che sta per favorite icon) non esistono. Anzi, per aggiungere la beffa al danno, possiamo dire che esistono ma solo nelle sottocartelle dei preferiti. Così, senza ragione.

Solitamente nel mondo informatico esiste sempre una scappatoia per qualcosa che non è ancora stato sviluppato, ma non era questo il caso, se escludiamo una vecchia estensione ormai incompatibile da anni con le ultime versioni di Safari o un hack più recente. Personalmente da utente quotidiano di dispositivi Mac ho sempre provato curiosità per Safari. Una genuina curiosità da smanettone e anche un desiderio di massimizzare l’autonomia del Macbook Pro che, per quanto buona, soffre molto dell’utilizzo di browser come Chrome e Firefox, spesso aperti in contemporanea e con tantissimi tab aperti. Su macOS Safari è sicuramente il browser da utilizzare se volete avere davvero il meglio dall’autonomia del vostro Macbook.

E vi dico che c’ho provato, c’ho provato tanto ad utilizzarlo, ma senza favicon era praticamente impossibile per me che avendo decine di tab aperti non riuscivo più a distinguere i contenuti delle pagine che stavo navigando, e anche la barra dei preferiti era un vero disastro.

Ma il momento è finalmente arrivato, cari utenti Apple. Dalla prossima versione di macOS Safari avrà le favicon. Non è stato annunciato ufficialmente ma sul palco nell’immagine con il riepilogo delle funzionalità di macOS Mojave è apparso, addirittura in neretto. Quasi a giocare con i sentimenti di decennali utenti Mac. Adesso però fa che non sia letterale e che siano anche nella barra dei preferiti.