Frammentazione degli update di Windows 10: l’ultima versione 20H2 sempre più utilizzata

Vito Laminafra -

Anche Windows 10, così come il sistema operativo Android, è soggetto a frammentazione: gli ultimi aggiornamenti del sistema di Microsoft non vengono sempre installati da tutti gli utenti e quindi si ritrovano a coesistere diverse versioni di Windows 10.

LEGGI ANCHE: Le eSIM sono in forte crescita

Il report mensile di AdDuplex, che esamina un campione di 80 mila PC, mostra come nel mese di marzo ci sia stata una maggiore adozione dell’ultima versione di Windows 10, identificata dalla sigla 20H2, che risulta installata sul 29,9% dei computer, contro il 20% a febbraio. Questo la rende la seconda versione più popolare del sistema operativo, dopo la 2004, che continua ad essere la più utilizzata, con il 42,1% di adozione.

Versioni più vecchie hanno visto un leggero calo d’installazioni: ad esempio, la versione 1903, risalente a maggio 2019, è passata dal 5,8% al 4,6%. Questa lenta adozione della versione 20H2 di Windows 10 potrebbe essere dovuta al fatto che non vi sono novità tangibili per gli utenti, dato che l’aggiornamento si concentra sulla correzione di bug e miglioramenti della stabilità.

Via: Neowin