Cos'è la Game Mode su Windows e come attivarla o disattivarla

La Game Mode introdotta qualche anno fa da Microsoft è stata riproposta anche sul nuovo Windows 11. Ecco come funziona e cosa fare per attivarla
Cos'è la Game Mode su Windows e come attivarla o disattivarla
SmartWorld team
SmartWorld team

Microsoft non è nuova a funzioni pensate appositamente per i videogiocatori. Lo abbiamo visto qualche settimana fa con il lancio del WiFi Dual Station, una caratteristica di Windows 11 che promette significativi miglioramenti all'esperienza di gioco in wireless, avvicinando le campagne multiplayer online alle prestazioni tipiche delle connessioni Ethernet. Ma c'è un'altra funzione che l'azienda di Redmond ha voluto immaginare a beneficio dei gamers: con il rilascio di Windows 10 Creators Update nell'aprile 2017, Microsoft ha infatti dotato il proprio sistema operativo della cosiddetta "Game Mode" al fine di incrementare le performance dei PC.

Si tratta di una funzione riproposta anche sul nuovo Windows 11 e che Microsoft vuole ancora migliorare grazie ai prossimi aggiornamenti di sistema di Windows 11, considerati anche i numerosi vantaggi che promette, quantomeno sulla carta. Come si evince dalla descrizione ufficiale, la modalità gioco di Windows "aiuta a raggiungere un frame rate più stabile", pur dipendendo ovviamente dalla tipologia del titolo riprodotto e dalla macchina hardware in possesso dell'utente (in special modo la scheda grafica). 

Come funziona la Game Mode di Windows

Tecnicamente, la stabilità del frame rate dipende da una migliore concentrazione delle risorse del sistema, disabilitando tutti quei processi non necessari al funzionamento del gioco. All'atto pratico, la Game Mode su Windows permette dunqdue i ottenere un'esperienza di gioco più fluida e meno propensa ai blocchi o ritardi. Alcuni test hanno tuttavia dimostrato in concreto che la modalità gioco non ha cambiato le cose sui sistemi di fascia alta o comunque su quelle macchine già attrezzate per fornire la migliore esperienza gaming, pur tornando assai utile sui computer di fascia più bassa e su quei PC dove sono attivi molti processi in background. Ma ci sono anche vantaggi per gli utenti inclini, ad esempio, al multitasking pesante. 

Allocando maggiori risorse ai titoli videoludici, la Game Mode di Windows permette di concentrare meglio la potenza di CPU e GPU verso un solo programma e di ridurre quindi l'impatto dei processi in background. Bisogna comunque dire che la modalità entra concretamente in esecuzione soltanto se Windows rileva che è stato avviato un determinato videogioco, non essendo infatti sufficiente l'attivazione della modalità dalle impostazioni del sistema operativo. L'interruzione dei processi ritenuti superflui andrà a coinvolgere anche gli avvisi di Windows Update di riavvio del PC o l'installazione automatica dei driver. Con la modalità gioco attiva, non è inoltre possibile riprodurre in background un video su YouTube durante l'esecuzione di un videogioco, compromesso da accettare per distribuire meglio le risorse a favore del titolo videoludico.

Come attivare la Game Mode su Windows 10 e 11

La Game Mode è già attiva per impostazione predefinita, pur restando "silente" in tutti quei frangenti in cui Windows non rileva che è in esecuzione un videogoco, in particolar modo quelli eseguiti a schermo intero. Di conseguenza, l'utilizzo di un semplice browser web o di software generalisti (come ad esempio i client di posta elettronica, la riproduzione di video in streaming) non determinerà l'attivazione di tutti quei vantaggi che abbiamo illustrato descrivendo la modalità gioco.

Per attivare o disattivare la Game Mode di Windows è sufficiente seguire alcuni semplici passaggi. Basterà aprire innanzitutto il menu Start, entrare nelle Impostazioni e successivamente accedere dentro la sezione Giochi: da qui si potrà selezionare o deselezionare la modalità.

È possibile inoltre "forzare" la Game Mode seguendo il percorso di prima ma cliccando stavolta sulla voce "Impostazioni grafica" (rinominata in "Grafica" per chi ha già aggiornato a Windows 11). Nella schermata successiva, si dovrà cliccare sul tasto "Sfoglia" posto accanto alla voce "scegli un'app per impostare la preferenza", quindi scegliere manualmente il file del gioco che vogliamo ottimizzare. Quest'ultimo verrà infatti aggiunto nella schermata e dopo aver premuto su Opzioni, attiviamo la voce "Prestazioni elevate".

È possibile richiamare la modalità gioco attraverso quella che Microsoft chiama "Game Bar", accessibile attraverso la combinazione dei tasti Windows (quello su cui è riportato il logo del sistema operativo di casa Redmond) più la lettera "G". A questo punto verrà aperta una piccola barra orizzontale che permetterà, entrando nelle Impostazioni (l'icona a forma di ingranaggio), di attivare la Game Mode in poche semplici battute. Questa barra può anche essere richiamata dal controller Xbox One collegato al PC: basterà soltanto premere il tasto centrale a forma di X.

Commenta