GameShell è l’emulatore portatile per Game Boy più nerd mai visto sinora (foto e video)

Vezio Ceniccola -

Di emulatori per Game Boy ed altre retro-console ne abbiamo visti tanti, tra quelli ufficiali e quelli meno noti, ma il nuovo GameShell prodotto dalla Clockwork è probabilmente il più nerd tra tutti.

Come si può chiaramente notare nelle immagini proposte in galleria, il nuovo gadget non è altro che un dispositivo modulare basato su una scheda Clockwork Pi, che unita ad un display da 2,7 pollici a colori, ad una batteria da 1.050 mAh, a due speaker stereo e ad una svariata serie di pulsanti fisici, si trasforma in una vera e propria console portatile stile Game Boy.

Nello specifico, l’architettura hardware prevede un processore Allwinner R16 quad-core ARM Cortex-A7, una GPU Mali-400 MP2, 512 MB di RAM, uno slot microSD per espandere la memoria fino a 32 GB, una porta microUSB e connettività WiFi e Bluetooth 4.0.

Grazie a questa scheda tecnica di tutto rispetto ed al sistema operativo Linux, il piccolo dispositivo è in grado di emulare alcune delle più note console della storia, come il già citato primo Game Boy, il Game Boy Advance, il NES, lo SNES e vari modelli di Atari.

LEGGI ANCHE: Il Game Boy più piccolo di sempre

Trattandosi di una single-board in stile Raspberry Pi e compatibile coi moduli Arduino, ovviamente i più avvezzi a tali piattaforme potranno sfruttare questo dispositivo anche per altri scopi rispetto al semplice retrogamnig.

Se volete portarvi a casa tutto il necessario per costruire il vostro GameShell personale, potete partecipare alla campagna Kickstarter del progetto, con prezzi a partire da 99$, circa 84€ al cambio attuale. Le prime spedizioni partiranno nell’aprile 2018, ma se volete informarvi meglio potete andare sul sito ufficiale dell’azienda a questo indirizzo.

Via: Liliputing