Gioite, il ray-tracing di NVIDIA arriverà anche su alcune “vecchie” GTX!

Matteo Bottin

Il ray-tracing in tempo reale è il fiore all’occhiello dell’ultima serie di schede video RTX di NVIDIA. Però, dato che si tratta di una funzionalità software (che sfrutta però specifici componenti hardware), potrebbe essere implementata anche in altre schede video. Ed è per questo che, da aprile, NVIDIA porterà il ray-tracing anche sulle vecchie GTX serie 10.

Se avete GPU di quella serie, dunque, potreste trarne vantaggio. Non tutta la serie sarà però compatibile: si parte dalla GTX 1060 per poi salire con schede di fascia più alta.

Non aspettatevi però prestazioni esaltanti: pare che Battlefield V giri bene a dettagli bassi, mentre Metro Exodus arriva a 18fps  a 1440p. Ovviamente dipende tutto da come viene implementato il ray-tracing all’interno dei titoli.

LEGGI ANCHE: Il futuro del gaming di Google si chiama Stadia: i videogiochi accessibili ovunque da chiunque

Il supporto al ray-tracing arriverà tramite aggiornamento dei driver durante il mese prossimo. Ricordiamo che le vecchie GPU non condividono molte delle componenti hardware delle nuove RTX (tranne le nuove GTX 1660), dunque usate questa tecnologia con parsimonia.

Via: Engadget