“Google AI” è la testimonianza di quanto BigG ci tenga all’intelligenza artificiale

Nicola Ligas

Abbiamo detto proprio poco tempo fa che l’Intelligenza Artificiale sarà un terreno di scontro molto aspro tra le varie aziende, e di come Google sia finora piuttosto avanti in termini di sviluppo, ma indietro in quanto a “marketing”. Le cose iniziano però a cambiare.

Quest’oggi l’azienda ha infatti annunciato il lancio di Google AI, che non è solo il rebrand di Google Research, ma il nuovo “ombrello” sotto il quale BigG raccoglierà tutte le sue ricerche ed i suoi sforzi in materia di intelligenza artificiale. “Abbiamo messo sempre maggiore enfasi nell’implementare tecniche di machine learning in quasi ogni cosa che facciamo qui a Google”, ed in effetti è vero, solo che finora Google ha usato per lo più la parola “sbagliata”, parlando appunto di apprendimento automatico e reti neurali, e non di intelligenza artificiale.

Può sembrare una banalità, ma per un’azienda come Google, che non sempre “sa vendersi” al meglio, è comunque un passo importante, ed un impegno per il futuro. Visitate quindi il nuovo sito Google AI per farvi un’idea di quanto ampio sia il campo di ricerca nella IA di Google, e se per caso aveste in memoria qualche vecchio link a Google Research (inclusi anche i canali Twitter e Google+) sappiate che sono già stati tutti rediretti al nuovo dominio.