Google ha pubblicato Chrome sul Windows Store, ma non è proprio ciò che vi immaginate (aggiornato: rimosso da Microsoft)

Edoardo Carlo Ceretti -

Google ha pubblicato il suo celebre browser Chrome sul Windows Store. In realtà non proprio, trattandosi piuttosto di una semplice app contenente nient’altro che un link, che reindirizza gli utenti verso il download della tradizionale versione per Windows.

Dovranno dunque frenare l’entusiasmo tutti gli utenti di Windows 10 S – la versione semplificata del sistema operativo che consente l’installazione soltanto delle app presenti sul Windows Store – che una volta di più hanno avuto prova del fatto che Google non stia affatto pensando di pubblicare una versione apposita per lo store di Microsoft del suo browser. Ma anzi se ne fa quasi beffe.

LEGGI ANCHE: Per iTunes sul Windows Store ci sarà ancora da aspettare

Del resto, per poter essere pubblicato sul Windows Store un browser deve utilizzare i motori JavaScript e HTML forniti da Windows 10, mentre Chrome utilizza il motore di rendering Blink. Sarebbe dunque necessario che Google scrivesse una versione appositamente pensata allo scopo, cosa di cui non pare aver alcuna intenzione, vista anche la risicata fetta di utenti che andrebbe a coprire. In definitiva, come commentare la trovata di Google? Forse ci ha già pensato adeguatamente il primo utente che ha lasciato un feedback all’app (vedasi qui sotto in galleria).

Aggiornamento19/12/2017 ore 22:15

L’installer pubblicato da Google sul Windows Store ha avuto vita breve, perché Microsoft l’ha già rimosso a causa di violazioni delle policy dello store stesso.

Il colosso di Redmond ha dichiarato che sarà lieta se Google vorrà in futuro sviluppare e pubblicare un suo browser sul Windows Store, che rispetti i requisiti imposti dalla piattaforma (ovvero quelli elencati nel testo dell’articolo). Mettendo da parte gli scherzi, Google dal canto suo potrebbe aver pubblicato l’installer non tanto (o non solo) come provocazione, ma per combattere la diffusione di una sequela di app fake sul Windows Store che usano il nome Chrome per indurre gli utenti a scaricarle.

Una piaga combattuta da tempo da Microsoft e che non giova nemmeno all’immagine di Google stessa. Tuttavia, Microsoft non ha evidentemente apprezzato il tentativo di Google di porvi rimedio, la quale tuttavia non ha voluto commentare la rimozione dallo store della sua app.


Via: The Verge (1), (2)