Google Crostini è il progetto che vi permette di far girare app Linux sui Chromebook

Roberto Artigiani

Gli utenti hanno installato Ubuntu e altre distribuzioni Linux sui Chromebook fin dal loro arrivo sul mercato. Alcuni hanno semplicemente sostituito Chrome OS, altri invece hanno optato per il dual-boot. Uno degli strumenti più usati per questa operazione è Crouton, che permette di installare una distro Linux da ambiente chroot  e di far girare un sistema accanto all’altro senza dover riavviare la macchina.

Per ottenere questo risultato però è necessario abilitare la modalità sviluppatore, rimuovendo così alcune delle protezioni presenti in Chrome OS. Da oggi è presente un’alternativa più semplice: Google Crostini. Nome bislacco per un progetto che per ora funziona solo sui Pixelbook, ma in futuro dovrebbe essere disponibile anche per altri dispositivi.

LEGGI ANCHE: “AltOS” su Pixelbook: Fuchsia, Windows o…?

In generale Crostini crea un macchina virtuale Linux che vi permette di installare e far girare applicazioni Linux. Se siete interessati a provare potete seguire le istruzioni presenti qui. Vi avvisiamo che si tratta ancora di un progetto su cui i lavori sono in pieno svolgimento per cui funziona solo su Pixelbook con Chrome OS v67 dev con la funzione “#enable-cros-container flag” abilitata. Come vedete si tratta di ambienti sperimentali per cui sono più che possibili bug e anomalie varie.

Via: Liliputing