Google sfida IBM e prevede di costruire il suo computer quantistico commerciale entro il 2029

Filippo Morgante

I servizi e i dispositivi di Google sono ormai presenti in ogni aspetto della nostra vita quotidiana, dal momento in cui saliamo in macchina fino a quello in cui ci rilassiamo sul divano. Gli sviluppatori dell’azienda di Mountain View sono ora convinti di poter costruire un computer quantistico di livello commerciale entro la deadline del 2029. Il CEO di Google Sundar Pichai aveva inizialmente annunciato il piano durante l’evento I/O e tramite un post sul blog, mentre poi l‘ingegnere capo dell’IA quantistica Erik Lucero ha ulteriormente definito l’obiettivo della società di “costruire un computer quantistico utile ed esente da errori” entro la fine del decennio.

LEGGI ANCHE: Quando un ransomware diventa un’azienda strutturata

I dirigenti inoltre rivelato che il nuovo campus costruito da Google a Santa Barbara (California) è dedicato all’IA quantistica. Il campus, oltre ad essere il primo centro dati quantistico di Google, può contare anche su laboratori di ricerca hardware e impianti di fabbricazione di chip per processori quantistici della società di Mountain View. I vantaggi in termine di potenza di elaborazione, scalabilità e precisione dell’informatica quantistica permetteranno ai ricercatori di eseguire calcoli complessi in modo molto rapido. Questi fattori porteranno una serie di vantaggi per molti settori come la sanità, l’economia, la crittografia, l’intelligenza artificiale, la sostenibilità e l’energia.

“Guardando a 10 anni nel futuro, molte delle più grandi sfide globali, dal cambiamento climatico alla gestione della prossima pandemia, richiedono un nuovo tipo di calcolo. Per costruire batterie migliori (per alleggerire il carico sulla rete elettrica), o per creare fertilizzanti per nutrire il mondo senza creare il 2% delle emissioni globali di carbonio (come fa oggi la fissazione dell’azoto), o per creare medicine più mirate (per fermare la prossima pandemia prima che inizi), dobbiamo capire e progettare meglio le molecole. Questo significa simulare accuratamente la natura. Ma non si possono simulare molto bene le molecole usando i computer classici”.

Erik Lucero

Ma Google ha dei potenti concorrenti per quanto riguarda il campo dell’informatica quantistica. IBM sta infatti installando il suo primo computer quantistico commerciale presso la Cleveland Clinic, all’interno di una partnership decennale per guidare la ricerca nel settore medico e farmaceutico.

Via: Engadget