Grazie a dei “Crostini” Chrome OS Canary si prepara a far girare applicazioni Linux (foto)

Matteo Bottin

Con l’avvicinarsi del Google I/O 2018, l’azienda di Mountain View sta preparando tanti piccoli aggiornamenti che faranno felici coloro ai quali è indirizzato il keynote: gli sviluppatori. Oggi Chrome OS si è preparato per ricevere uno di questi aggiornamenti.

Come abbiamo visto qualche mese fa, Chrome OS si stava preparando ad eseguire applicazioni Linux. Oggi il canale Canary fa un passettino in avanti in questa direzione, aggiungendo una nuova opzione nelle impostazioni.

LEGGI ANCHE: Ecco tutti i Chromebook che supportano il Play Store

L’opzione dice, tradotto letteralmente, “Esegui strumenti, editor e IDE Linux sul tuo Chromebook“. Il nome in codice di questa funzionalità, poi, è particolare: Crostini. A molti non vorrà dire molto, ma in realtà sta a significare che questa funzionalità vuole andare a sostituire ciò che l’estensione per Chrome Crouton (letteralmente “crostino”) fa già, solo togliendo tutta l’instabilità correlata con l’estensione stessa.

Chrome OS si avvicina quindi alle applicazioni Linux dopo aver aggiunto la compatibilità (più ovvia) con le app Android. Ritenete sia una aggiunta che può dare nuova linfa vitale a Chrome OS? Vi invoglia a voler provare un Chromebook?

Via: 9to5Google