Huawei cancella il lancio del nuovo Matebook (aggiornato: contrordine)

Enrico Paccusse - Gli effetti del ban imposto dagli Stati Uniti si fanno sentire concretamente

Abbiamo parlato più e più volte di come il ban imposto dalla presidenza di Trump su Huawei abbia causato problemi nel comparto degli smartphone per il colosso cinese, ma non abbiamo approfondito più di tanto tutte le conseguenze sugli altri settori, come ad esempio quello dei computer portatili, su cui Huawei va molto forte negli Stati Uniti.

In un primo momento, Microsoft era stata costretta a rimuovere Huawei Matebook X Pro dal proprio store online. Ora arriva la notizia che Richard Yu, CEO di Huawei, ha comunicato a CNBC che il lancio del nuovo prodotto della serie Matebook, inizialmente previsto per il CES di Shangai della settimana prossima, sarà rimandato a tempo indefinito, proprio a causa degli effetti del ban, che coinvolge soprattutto i fornitori Intel e, appunto, Microsoft.

LEGGI ANCHE: Non solo Mi Band, Xiaomi ha lanciato anche tantissimi nuovi prodotti

Secondo quanto riportato da Digitimes, la società cinese avrebbe anche bloccato le spedizioni di tutti i suoi fornitori per la componentistica dei computer, in attesa di sviluppi più chiari sulla vicenda. Pare dunque che la proroga di 90 giorni non sia stata abbastanza per Huawei per avere le garanzie sufficienti a lanciare il prodotto, che dipende comunque pesantemente dal mercato americano. I primi effetti concreti del ban si fanno sentire.

Aggiornamento13/06/19

Secondo quanto riportato da Gizchina, alcune fonti interne alla società negano quanto comunicato sopra, e ribadiscono che la serie di PC Huawei è ancora in produzione, tanto che il prossimo mese ci sarà il lancio di un nuovo prodotto. Rimane poco chiaro quale sarà la contromossa della società nei confronti del ban, nel caso questo venisse confermato nel lungo periodo.

Via: The Verge