I primi benchmark di Mac Studio con M1 Ultra fanno mangiare la polvere a chiunque

I primi benchmark di Mac Studio con M1 Ultra fanno mangiare la polvere a chiunque
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

L'evento Peek Performance di Apple ha portato in dote la nuovissima abbinata Mac Studio/M1 Ultra, un ulteriore passo in avanti nelle prestazioni della nuova architettura proprietaria dell'azienda.

A poche ore dall'annuncio, il nuovo processore, che ricordiamo essere sostanzialmente la combinazione di due chip M1 Max, è stato messo alla prova nei primi benchmark, e sembra proprio che le promesse di Apple siano state mantenute. 

Il chip M1 Ultra infatti ha distrutto il suo rivale in casa, il Mac Pro con processore Intel, con un punteggio di 1.793 nel test Geekbench 5 single-core, un aumento del 21% sul Mac Pro di fascia alta e 24.055 nel multi-core, che rappresenta un incremento del 56% sul fratellone Intel. Tradotto in cifre, un Mac Pro con Intel Xeon W a 28 core ottiene una media di 1.152 nei test Geekbench 5 single-core e 19.951 nel multi-core. Il risultato è veramente incredibile, ed è stato confermato attendibile da una fonte interna di Apple.

Per quanto riguarda l'M1 Max, negli stessi test ottiene punteggi di 1.739 e 11.680 rispettivamente, risultati in linea con l'architettura del processore (infatti come abbiamo detto l'M1 Ultra è formato da due M1 Max accoppiati, quindi il punteggio in multi core raddoppia).

Il nuovo Mac Studio è ordinabile ora sul sito Apple con spedizioni dal 18 marzo. I prezzi? 2.349 euro per la versione con M1 Max e 4.649 euro per la versione con M1 Ultra.

Mostra i commenti