I ransomware sono un grave problema in Italia: a gennaio terzi al mondo

Antonio Lepore
Antonio Lepore
I ransomware sono un grave problema in Italia: a gennaio terzi al mondo

Secondo l'ultimo report di Trend Micro Research – divisione di Trend Micro - l'Italia continua a rimanere tra i Paesi più colpiti dai cybercriminali. Per quanto riguarda i ransomware, a gennaio, l'Italia è stata la terza nazione più colpita (settima a febbraio), insieme all'India. Se consideriamo i malware, invece, il nostro Paese, a gennaio, è stato il nono più colpito a livello mondiale (il settimo a febbraio).

Il numero totale di ransomware intercettati in tutto il mondo è stato di 785.000, a febbraio di 1.184.000. L'Italia a gennaio ha ricevuto il 4,83% di attacchi ed è preceduta solo da Stati Uniti e Francia. A febbraio, invece, l'Italia è stata colpita dal 3,55% dei ransomware che si sono abbattuti in tutto il mondo. Per quanto riguarda i malware, infine, sia a gennaio che a febbraio, il Paese è stato colpito da oltre 17 miliardi di attacchi. I settori più colpiti risultano il manufacturing, la PA e i servizi finanziari.

I dati sono frutto delle analisi della Smart Protection Network, la rete di intelligence globale di Trend Micro che individua e analizza le minacce e aggiorna costantemente il database online relativo agli incidenti cyber, per bloccare gli attacchi in tempo reale.

Tutte le news sulla tecnologia su Google News
Ci trovi con tutti gli aggiornamenti dal mondo della tecnologia
Seguici