iFixit smonta pezzo per pezzo MacBook Air e MacBook Pro con Apple Silicon M1: ecco cosa ne è emerso (aggiornato)

iFixit smonta pezzo per pezzo MacBook Air e MacBook Pro con Apple Silicon M1: ecco cosa ne è emerso (aggiornato)
Federica Papagni
Federica Papagni

Un nuovo capitolo della storia del Mac ha avuto inizio con il processore Apple Silicon M1, il SoC basato su architettura ARM, realizzato col nuovo processo produttivo a 5 nm, ospitato nei nuovi MacBook Air (di cui noi stessi abbiamo saggiato le potenzialità e di cui ne abbiamo parlato nella nostra recensione), MacBook Pro 13" e Mac Mini. Rispetto ai precedenti modelli di PC Apple, quelli appena sfornati non presentano differenze dal punto di vista estetico, e per questo è stato del tutto lecito da parte degli utenti iniziarsi a domandare quali segreti le loro scocche nascondono. A porre fine a questi interrogativi sono giunti i consueti tecnici di iFixit con il primo teardown completo dei dispositivi.

Il team ha smontato entrambi i modelli di MacBook e ha messo a confronto quanto scoperto man mano che il processo di smontaggio andava avanti. A stupire tanto da evidenziarlo fin da subito è la somiglianza anche interna ai modelli degli anni passati, tanto che andandosi a riferire al MacBook Pro 13" è stato dichiarato che "sembra così familiare all'interno, abbiamo dovuto ricontrollare di non aver acquistato accidentalmente il vecchio modello". Mentre nel caso del nuovo MacBook Air la mossa più significativa è stata l'eliminazione della ventola a vantaggio di un sistema basato su una piastra metallica.

È quindi il chip M1, e l'assenza della ventola nel caso dell'Air, a costituire la fondamentale differenza rispetto ai modelli dotati dell'architettura Intel. Altra piccola differenza riguarda il chip T2, quello adibito alle funzioni di sicurezza, che nel caso dei nuovi Mac non è presente, in quanto tali funzionalità sono integrate direttamente nell'M1.

Infine, come ogni teardown di iFixit che si rispetti è stato anche indicato il valore di riparabilità dei prodotti. Vista la grande somiglianza con le altre versioni, anche queste nuove mantengono quasi lo stesso livello di difficoltà. Diciamo "quasi" perché la RAM rende più complicata tale procedura.

Per tirare le somme di quanto analizzato, iFixit afferma:

"Quelli che possono sembrare cambiamenti superficiali sono davvero l'espressione di anni di intenso lavoro, con accenni a quanto in futuro potrà avvenire."

Aggiornamento 24/11/2020

Dopo averne parlato in questo articolo, su YouTube è stato pubblicato il video che permette a tutti i più curiosi di dare uno sguardo più concreto a quello che i due nuovi MacBook Air e MacBook Pro 13" nascondono al loro interno. Vi lasciamo qui sotto il video in questione da potervi godere.

Video

Immagini

Fonte: iFixit

Commenta