I tentativi di Intel di screditare i MacBook stanno scadendo sempre più nel ridicolo

I tentativi di Intel di screditare i MacBook stanno scadendo sempre più nel ridicolo
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Intel ha lanciato una nuova campagna anti-MacBook, nella forma di un video di circa 4 minuti, pubblicato anche sulla home del proprio canale YouTube per i non iscritti. Si tratta di un "esperimento sociale", nel quale ad alcuni fan sfegatati della mela (o almeno tali si professano) vengono mostrate le meraviglie del mondo Windows (touchscreen, convertibili, RAM aggiornabile, videogiochi ecc.) ed alla fine sono ovviamente tutti entusiasti ed impazziti per il nuovo mondo che si è appena aperto daventi ai loro occhi.

Inutile dire che i commenti al video sono un autentico boomerang, nel quale il pubblico critica la palese non-autenticità degli attori presenti nel video e soprattutto del messaggio, che sembra più una propaganda a favore del mondo Windows (dove esistono anche altri processori), più che di Intel stessa.

Sembra tra l'altro che l'utente Apple tipico, secondo Intel, sia quello che non vede l'ora di giocare o di usare un touch screen, e che ignora palesemente (vivono su un eremo?) che queste cose esistano al di là del mondo Apple, quando invece, molto probabilmente, chi ha scelto un MacBook lo ha fatto proprio sapendo a cosa a rinunciava (e nonostante questo gli andava benissimo!).

Inutile spendere troppe parole sul contenuto del video: potete vederlo da soli qui sotto. Speriamo solo che Intel abbia letto i commenti, e che l'azienda si concentri più in ciò che le riesce fare bene, piuttosto che nel cercare di screditare ironicamente i rivali. Anche perché, in questo caso davvero ironicamente, il video rischia di essere più una buona pubblicità per Apple che non il contrario.

Commenta