Intel lancia nuovi Atom e Xeon a bassi consumi, per un IoT sempre più potente

Intel lancia nuovi Atom e Xeon a bassi consumi, per un IoT sempre più potente
CosimoAlfredo Pina
CosimoAlfredo Pina

Le ultime ore nel panorama CPU sono state dominate dall'annuncio delle Ryzen di AMD. Anche Intel ha qualcosa da presentare, ovvero le nuove famiglie Atom C3000 e Xeon D-1500 Network Series. Niente a che vedere con desktop e portatili.

Il focus sono IoT e connettività, anche in vista del sempre più vicino lancio delle reti 5G. Intel non vuole perdere il treno delle connettività di futura generazione e non a caso ha stretto alleanze con tutti i big di questo settore come Nokia, Ericsson, Huawei, ZTE, IEEE, 3GPP, Verizon o AT&T.

Il tutto passa ovviamente dall'hardware e anche dai questi nuovi processori. Gli Intel Atom C3000 puntano tutto sulla connettività e modularità: error correcting code, 4x 10 canali Gigabit Ethernet (Intel Ethernet), 16 canali SATA 3, 16 PCIe 3.0, 4 USB 3.0 e QuickAssist Technology per flussi di criptazione e compressione fino a 20 Gbps. Il tutto con TDP di appena 8,5 watt.

Anche gli Intel Xeon D-1500 Network Series hanno lo stesso target e tecnologie, ovviamente scalate verso l'alto, quindi per dove serva più potenza di calcolo, pur contenendo di consumi (TDP massimo 65 watt). Si tratta di soluzioni quindi a basso consumo pensate per ambiti particolari come piccoli data center, soluzioni di networking (NAS, switch…) e sistemi di infotainment.

Se le prospettive sul mercato consumer, dal lato dei produttori, non sono così allettanti come una volta, campi come IoT e connettività diffusa devono ancora esprimere tutto il loro potenziale. Intel è ben decisa a non farsi sfuggire questa occasione, a differenza di come è successo con il 4G.

Via: NeoWin

Commenta