Intel Compute Card: un PC poco più grande di una carta di credito, per dispositivi IoT modulari (foto)

Leonardo Banchi

Con la sua linea Compute Stick, Intel ci ha ormai abituato a computer versatili e dalle dimensioni davvero contenute, abbastanza per essere scambiati con una penna USB un po’ “ingrassata”.

La novità presentata al CES di Las Vegas, però, è ancora più sorprendente: si tratta di Intel Compute Card, un PC grande dalle dimensioni di soli 95×55 mm, e alto solo 5 mm: poco più grande, insomma, di una carta di credito.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi TV 4: TV 4K modulare e sottile

Le varie schede Intel Compute Card potranno essere disponibili con una vasta gamma di processori (compresi gli Intel Core di ultima generazione), e integreranno nativamente connettività WiFi e Bluetooth. A differenza dei Compute Stick, però, non sono pensate per l’utilizzo diretto da parte dell’utente finale.

L’idea di Intel è infatti quella di rendere le schede disponibili per gadget, elettrodomestici o dispositivi IoT, così che questi ultimi possano essere aggiornati nel corso degli anni senza bisogno di sostituire l’intero apparecchio. Pensate ad esempio a un frigorifero smart, che dopo qualche anno non sia più in grado di supportare le funzioni e le app più avanzate: sarà sufficiente sostituire la scheda Compute Card al suo interno per avere un dispositivo “nuovo”, minimizzando le spese di aggiornamento.

intel-compute-card

Le schede Compute Card saranno disponibili a partire dalla metà del 2017, ma Intel non ha ancora pubblicato dettagli sul loro prezzo o sulle configurazioni disponibili al momento del lancio.

Via: LiliputingFonte: Intel