Intel spiega tutte le contromisure prese per Spectre e Meltdown nei nuovi Amber e Whiskey Lake (foto)

Vincenzo Ronca

Nella giornata di ieri Intel ha presentato le nuove architetture Amber Lake e Whiskey Lake per i suoi processori di ottava generazione ed oggi si è pronunciata nel dettaglio delle contromisure hardware integrate in questi prodotti nei confronti delle note minacce Spectre e Meltdown.

Nella tabella riportata in galleria potete rendervi conto della situazione relativa alle difese hardware e software integrate nelle diverse architetture dei processori Intel, contro le diverse varianti di Spectre e Meltdown: ci si rende conto che per due tipologie di minaccia è stata integrata una contromisura di tipo hardware nelle architetture Cascade Lake e Whiskey Lake. Per Amber Lake, invece, Intel ha confermato che si tratta di un’architettura Kaby Lake realizzata a 14 nm e, pertanto, tutte le contromisure sono di tipo software.

LEGGI ANCHE: tutte le novità da IFA 2018

Oltre che dal punto di vista del livello di sicurezza, la differenza tra una contromisura software ed una di tipo hardware consiste in un calo delle prestazioni inferiore: Intel prevede un calo del 3 – 10% nel caso del tipo software, gap che si riduce se la contromisura è di tipo hardware.

Via: AnandTech