Intel vuole battere gli M1 di Apple: allo studio i processori di 15esima generazione

Trapelata la roadmap della serie "Arrow Lake", che conferma gli sforzi di Intel verso una maggiore efficienza
Intel vuole battere gli M1 di Apple: allo studio i processori di 15esima generazione
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Intel si sta impegnando su tutti i fronti per battere i chip M1 di Apple. Dopo gli ottimi risultati dell'utima serie di processori, il gigante informatico sembra voglia fare anche qualcosa di più in termini di efficienza, come suggerisce una roadmap appena trapelata in cui Intel sarebbe al lavoro su un nuovo chip progettato appositamente per battere gli M1 sotto ogni aspetto.

Come trapelato da AdoredTV, Intel starebbe già pensando alle CPU di 15a generazione note come "Arrow Lake" con cui darà la priorità ai chip mobili rispetto ai desktop, concentrandosi sull'efficienza energetica e offrendo prestazioni migliori. Per raggiungere questo obiettivo, Intel unirà le sue risorse con la tecnologia dei nodi a 3 nanometri di TSMC, la società di semiconduttori che produce anche chip Apple Silicon. Le nuove CPU Arrow Lake dovrebbero avere più core per prestazioni ed efficienza, in modo che i computer possano eseguire attività più leggere senza consumare troppa energia.

Sulla base della tabella trapelata, sembra che i primi processori dovrebbero essere pronti entro la fine del 2022 e l'inizio del 2023 con i chip QS (qualification sample, campioni di qualificazione) in uscita nel terzo trimestre del 2023 e la produzione finale che inizierà lo stesso trimestre. Infine, le CPU saranno pronte per RTS (Ready To Ship) nel quarto trimestre del 2023.

Via: 9to5Mac
Fonte: AdoredTV
Mostra i commenti