Ritorno al futuro per Kodi: disponibile una versione sperimentale per Xbox One

Edoardo Carlo Ceretti

Chi segue il progetto Kodi sin dalla sua genesi, sa che è conosciuto con questo nome soltanto dal 2014. Alla sua nascita (nel 2003) era chiamato XBMC, acronimo di Xbox Media Center. Già, perché il progetto per l’ormai celebre media center open source vide la luce proprio sulla prima console da gioco di Microsoft, all’epoca uno dei dispositivi x86 con uscita video e supporto ottico più economica e hackabile sul mercato.

Col tempo, XBMC venne sviluppato anche per molte altre piattaforme, fino a quando le strade, dal principio percorse a braccetto con le console Xbox, finirono per separarsi, spingendo il team di sviluppatori a rinominare il programma in Kodi. Da quando però Microsoft ha annunciato che Xbox One avrebbe giovato della rivoluzione UWP lanciata da Windows 10, il team di Kodi ha iniziato a lavorare sotto traccia per un ritorno di fiamma al loro antico amore.

LEGGI ANCHE: Kodi 17.6 disponibile, ultimo update prima dell’arrivo della versione 18 Leia

Ed ecco dunque che quel lavoro ha iniziato a dare i primi frutti, con la pubblicazione della prima versione di Kodi per Xbox One. Si tratta tuttavia di una versione sperimentale, afflitta ancora da diversi bug e limitata nelle funzioni, rispetto alle versioni stabili per le altre piattaforme. La strada è ancora lunga, ma il team di Kodi si è dichiarato fiducioso che, nel corso del 2018, possa arrivare ad un felice compimento. Un anno che sarà molto importante per Kodi, con l’arrivo della versione 18 Leia che sancirà, fra le altre novità, l’arrivo del supporto ai 64 bit. Per maggiori informazioni su Kodi per Xbox One vi rimandiamo al blog ufficiale.

Fonte: Kodi