L’aggiornamento a Windows 11 non sarà obbligatorio (almeno per il momento)

Vito Laminafra

Dopo aver ampiamente discusso dei requisiti minimi richiesti da Windows 11 per funzionare, è lecito porsi una domanda: l’aggiornamento a Windows 11 sarà in qualche modo obbligatorio?

LEGGI ANCHE: La grande storia di Windows: 35 anni di evoluzione

La risposta breve è no: Microsoft ha infatti chiaramente detto che Windows 11 sarà gratuito e opzionale per gli utenti. In realtà, anche in passato Microsoft ha rilasciato Windows 8, 8.1 e 10 in maniera gratuita e opzionale, ma l’azienda di Redmond ha spinto davvero tanto su queste versioni del sistema operativo, a tal punto che gli utenti si sono visti praticamente costretti ad aggiornare. C’è poi da tenere in considerazione un altro fattore: Windows 10 ha una “data di scadenza”, visto che il supporto a questo sistema operativo sarà terminato a partire dal 14 ottobre 2025, data in cui sarà quindi fortemente consigliato passare a OS più aggiornati e supportati (come ad esempio Windows 11).

Ad ogni modo, tornare a Windows 10 dopo aver aggiornato sarà sempre possibile, sia dalle Impostazioni del sistema (entro 10 giorni dall’update) che semplicemente formattando il PC e reinstallando Windows da zero.

Via: XDA Developers