In mezzo allo stupore generale, Google avrebbe deciso di lasciar perdere tablet e laptop

Nicola Ligas

Secondo un report di Business Insider, Google avrebbe riassegnato un po’ di personale all’interno dell’azienda, tra cui dozzine di ingegneri e tecnici al lavoro su tablet e laptop, cancellando di conseguenza i futuri progetti in materia. Non parliamo di licenziamenti, ma di semplice spostamento di risorse in altri ruoli.

Del resto i Pixelbook ed i vari Pixel tablet (con Android o Chrome OS fa poca differenza) non sono mai stati un vero successo. Prezzo elevato, accompagnati occasionalmente anche da problemi di natura software, sono dispositivi che non hanno mai fatto breccia nel mercato.

Chrome OS si è ritagliato una sua notevole fetta di utenti, soprattutto nel settore educational e soprattutto in USA, ma grazie ai produttori di terze parti, non certo a Google, tanto che la sua uscita di scena non dovrebbe cambiare una virgola in tal senso.

Sottolineiamo comunque che, anche ammettendo la completa veridicità di questo report, non è detto che non ci siano nuovi laptop/tablet Google in uscita, qualora questi fossero già previsti; in ogni caso dovrebbero solo essere un canto del cigno.

Se a questo unite l’ancora fantomatica modalità desktop di Android Q, per non parlare dell’ancor più nebuloso sistema operativo Fuchsia, i piani per il futuro di Google nel mondo oltre gli smartphone sono quantomai in continuo mutamento.

Via: 9to5Google