Lightroom ottiene ottimizzazione per Apple M1 e Qualcomm Snapdragon

Federica Papagni -

Adobe ha recentemente rilasciato una versione del suo programma di fotoritocco Lightroom pensato per i nuovi MacBook con processore proprietario M1 e per processori Qualcomm Snapdragon , una notizia che farà piacere soprattutto a quel ramo di clientela che fa della fotografia il suo lavoro o la sua passione. Inoltre, gli aggiornamenti del programma supportano ora anche il nuovo formato ProRaw di Apple, perfetto per coloro che desiderano un maggiore controllo di modifica sugli scatti effettuati con iPhone 12 Pro.

Il software in questione è una versione semplificata di Lightroom Classic con funzionalità complete, e si discosta da quest’ultimo per via del fatto he archivia le foto all’interno di un cloud per dare così ai dispositivi mobili più capacità di respiro. Adobe ha inoltre dichiarato che Lightroom Classic e Photoshop ora funzioneranno su Mac M1 tramite il software di traduzione Rosetta di Apple, mentre il supporto per la versione nativa arriverà nel 2021.

Apple garantisce che questa nuova versione “nativa” del software in questione funziona più velocemente e consuma più lentamente la batteria, andando così a migliorare le prestazioni dei propri MacBook.

LEGGI ANCHE: Potenziali brutte notizie per gli adblock tra le novità di Chrome per le estensioni

Allo stesso tempo, Adobe ha rilasciato anche una versione del programma per laptop Windows che utilizzano processori Qualcomm, le macchine che se da un lato hanno mostrato una maggiore durata in fatto di batteria rispetto a quelle basate su Intel, dall’altro hanno però registrato delle tiepide prestazioni.

Infine, come già detto, le ultime versioni di Lightroom ora supportano il nuovo formato fotografico di Apple, ProRaw, presente nei nuovi iPhone 12 Pro e perfetto per offrire maggiore controllo alle proprie foto rispetto ai file JPEG o HEIC convenzionali.

 

Via: Cnet