L’ultima versione di Windows 10 va a rilento: ora è su un terzo dei dispositivi (foto)

Matteo Bottin Ma c'è chi ha fatto peggio, e c'è un valido motivo

Un dato attendibile sulla diffusione di Windows 10 è dato da AdDuplex: l’azienda ogni mese fornisce statistiche riguardanti il numero di dispositivi dotati di specifiche versioni di Windows 10, estraendo i dati da 5.000 app presenti nel Microsoft Store che utilizzano il suo SDK. Le statistiche si basano su 100.000 PC Windows.

Ebbene, a fine aprile il numero di PC con a bordo l’ultima versione di Windows 10 (November 2019 Update) si ferma appena ad un terzo (33,4%) del totale, ovvero aumentando dell’11% rispetto a febbraio. La maggior parte dei PC è ferma all’aggiornamento di Maggio 2019.

LEGGI ANCHE: Huawei: il prossimo grande passo per HarmonyOS sarà il mercato dei PC?

Novembre 2019 non è però l’aggiornamento peggiore nella storia di Windows 10: Ottobre 2018, all’epoca, andò peggio. Come mai Maggio 2019 si è diffuso molto più rapidamente? Semplice: Microsoft sta forzando l’aggiornamento solamente nei dispositivi che hanno a bordo una versione vicina alla fine del supporto.

Via: NeowinFonte: AdDuplex