La soluzione ai problemi di ridimensionamento dei Mac M1 con monitor esterni

Hardware nuovo, scaling vecchio
La soluzione ai problemi di ridimensionamento dei Mac M1 con monitor esterni
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Se avete un Mac con M1, sia esso un MacBook o un Mac Mini, e aveste provato a collegarlo ad un display esterno, potreste essere incappati in qualche problema di scaling. Nel caso in cui il monitor in questione non sia in 4K infatti, macOS consente sì di regolare la risoluzione, ma non di cambiarne il ridimensionamento

Facciamo l'esempio di un monitor 2K in 16:9, con risoluzione 2.560 x 1.440 pixel: se utilizzerete questo valore sfrutterete la piena risoluzione del display, ma avrete elmenti molto piccoli a schermo; se proverete a scendere di risoluzione avrete invece elementi più grandi ma più sgranati, perché avete diminuito la risoluzione. Ciò che avviene di solito è invece che si sfrutta la piena risoluzione del display, per poi "zoomare" un po', in modo da avere contenuti più grandi ma ben definiti.

Di fatto, con i processori M1, macOS non abilita la sua modalità high-pixel density (HiDPI) su alcuni monitor di terze parti, ed inoltre potrebbe non essere possibile sfruttare la piena risoluzione del display. Questo perché (forse) gli M1 usano gli stessi driver grafici di iOS ed iPadOS, che non hanno bisogno di supportare multipli monitor diversi. Quale che sia la ragione, il risultato è senz'altro penalizzante, soprattutto perché non c'è modo per l'utente di essere certo a priori se il suo display sarà supportato o meno.

Ecco però che arriva la soluzione, ma non per mano di Apple, bensì di uno sviluppatore di terze parti, che ha creato BetterDummy, un tool scaricabile da GitHub. In pratica l'app crea un display virtuale che supporta praticamente qualsiasi risoluzione, e del quale voi potrete decidere il rapporto di forma in base a quello del vostro monitor. A questo punto basta andare nelle impostazioni di macOS, alla voce schermo, e duplicare questo "dummy display" su quello principale, et voilà, il gioco è fatto: potrete ridimensionare il display, come fareste normalmente su macOS se fosse supportato il ridimensionamento.

È un workaround che potrebbe un minimo incidere sulle prestazioni, ma almeno funziona, ed in attesa di una soluzione ufficiale è senz'altro la migliore risposta che abbiamo trovato al momento. Il fatto che in un anno intero Apple non abbia fatto nulla per risolvere la questione non è inoltre di buon auspicio, considerando che un problema simile si era presentato in passato con vecchie versioni di macOS che nulla avevano a che fare con gli M1.

Commenta